Stappate uno spumante per la salute dei nonni: le proprietà curative

Stappate uno spumante per la salute dei nonni: le proprietà curative di questo prodotto sono lontanamente immaginabili. Eccole!

spumante-anziani-
(da pixabay)

Spumante, a capodanno lo stapperemo quando il conto alla rovescia sarà finito, berremo ripensando all’anno passato e al futuro, che viene, sperando in lui per i nostri propositi. Eppure sapete che lo spumante, oltre ad essere molto buono, fa anche bene? e l’assunzione è consigliata ad una categoria particolarmente fragili: gli anziani.

Ti può interessare anche->Cenone di capodanno ma con un occhio alla bilancia: attenzione alla linea

Stappate uno spumante, le proprietà curative della bevanda

spumante-anziani-
(da pixabay)

Cosa può fare per i nostri nonni una bevanda simile? Facile a dirsi: contenendo l’anidride carbonica, la stessa che al palato gli da’ quel corpo frizzante e fresco, che scende leggero e gustoso, favorisce la digestione. E’ una mano santa quindi per chi voglia digerire e aiuta notevolmente i nostri anziani, che con il passare degli anni vedono limitarsi sempre più la capacità digestiva.

Ti può interessare anche->Capelli: come renderli bellissimi con un solo ingrediente

Contiene poi, come tutti i vini, polifenoli e anti-ossidanti: aiuta quindi i problemi di insonnia e si sa, molti senior ne soffrono; rafforza il sistema immunitario, indebolito e appesantito dagli anni, previene le malattie cardiovascolari. E’ un valido aiuto persino contro la depressione. Ovviamente se ne sconsiglia l’assunzione qualora si soffra di problemi di natura digestiva, come un malassorbimento a livello del colon, se si ha ulcere o calcoli, o altre patologie. E per i benefici, si deve intendere l’assunzione sempre in piccoli dosi e moderate, perché come sempre la virtù è nel mezzo.

Con tutti questi accorgimenti però, seppur necessari e imprescindibili, è sempre un piacere scoprire che una bevanda così buona- e apprezzata ovunque- che si ricollega ai momenti di festa, abbia anche un notevole beneficio per una delle categorie più fragili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *