Trigliceridi alti: potrebbero causare un ictus, oltre all’infarto

Avere livelli alti di trigliceridi nel sangue non è un aspetto da sottovalutare. Non provocano soltanto malattie cardiovascolari, ma anche ictus.

Trigliceridi
trigliceridi (da Adobe Stock)

I trigliceridi costituiscono la maggior parte dei grassi presenti nel nostro organismo e negli alimenti. Un trigliceride è formato dall’unione di una molecola di glicerolo con tre di acidi grassi. Sono contenuti nel tessuto adiposo e possono essere tenuti sotto controllo con un semplice esame del sangue. Così come si fa esattamente per la glicemia e il colesterolo e per altri valori e sostanze presenti nel sangue.

Avere i trigliceridi alti non va bene, perchè significa avere un numero eccessivo di grassi e zuccheri che vanno a depositarsi nelle vene e nelle arterie impedendo la corretta circolazione del sangue. Questo porta a malattie cardiovascolari. Si è sempre detto che avere alti livelli di trigliceridi nel sangue potesse portare all’infarto, ma non è soltanto questo.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Trigliceridi: alcune regole sullo stile di vita per abbassarli in modo efficace

Dalle ultime informazioni autorevoli sull’argomento non c’è soltanto l’infarto tra le minacce, ma anche l’ictus. Anche il cervello potrebbe risentire di questo problema. Vediamo qui di seguito tutti i dettagli.

Trigliceridi alti: non solo infarto, ma anche ictus

ictus-cibi-evitare
cervello (pixabay)

La fonte autorevole di questa informazione è la Fondazione Veronesi. Un alto valore di trigliceridi, dunque, non influisce soltanto sulle malattie legate al cuore, ma anche legate al cervello. Infatti, tanto grasso nelle vene e nelle arterie può interrompere l’afflusso di sangue che doveva arrivare al cervello, determinando la morte delle cellule cerebrali.

Un ictus potrebbe essere leggero, transitorio (TIA), ma potrebbe anche essere qualcosa di molto grave e recare danni permanenti nella persona se non portarla alla morte. Per questo motivo l’intervento immediato è assolutamente necessario per cercare di prevenire e curare l’ictus. Lo studio sul quale si basano queste informazioni ha determinato un rischio di ictus 4 volte superiore nelle donne con trigliceridi superiori a 443 mg/dl. Mentre il rischio per gli uomini è doppio.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Quante calorie assumere per abbassare il rischio di infarto, ictus e diabete

Dunque, è molto importante condurre uno stile di vita sano, non troppo sedentario, avere una dieta equilibrata, senza eccessi. Inoltre, bisogna fare controlli medici regolari, soprattutto se si hanno patologie e si sta avanzando con l’età.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *