I problemi di salute che si possono rilevare da una visita oculistica

La visita oculistica deve essere fatta periodicamente, non solo per tenere monitorati i nostri occhi, ma anche perché attraverso di essa si possono rilevare altri importanti problemi di salute.

problemi visita oculistica
Attrezzatura per visita oculistica (Pixabay)

Gli occhi sono uno tra gli organi fondamentali che dobbiamo tenere costantemente monitorati, poiché con il passare del tempo possono essere interessati da diverse patologie.

Forse però tutti non sanno che attraverso una semplice visita oculistica è anche possibile rilevare altri problemi di salute molto importanti. Un motivo in più per andare dall’oculista no? Vediamo insieme quali sono.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE > Il mal di testa è legato ai problemi di vista? Come prevenire e curare

La visita oculistica ti permette di individuare numerosi problemi di salute

problemi visita oculistica
Uomo che fa una visita oculistica (Pixabay)

Sono molti i vantaggi che si possono trarre degli appuntamenti annuali con l’oculista e questi vanno ben oltre un’attento controllo degli occhi. Grazie a questo controllo è infatti possibile individuare, e a volte anche prevenire, alcune malattie che si possono rilevare semplicemente grazie a un controllo ravvicinato della retina, del cristallino e del nervo ottico. 

La prima patologia che si può individuare è l’alta pressione sanguigna e questo grazie a un’emorragia sottocongiuntivale che si manifesta come sintomo. In questo caso il vaso sanguigno si rompe nel bianco dell’occhio e perde sangue. Altro sintomo di ipertensione si può manifestare con gli occhi gonfi. Quando si ha la pressione alta, infatti, le arterie della retina si possono irrigidire e causare appunto questi rigonfiamenti nell’occhio quando vengono premute contro un vaso sanguigno.

Con la visita oculistica è possibile anche rilevare una serie di malattie cardiovascolari, comprese le arterie ostruite. Questo è un bene perché a volte capita di diagnosticare il problema prima ancora che il paziente ne sia a conoscenza. Queste malattie di solito si manifestano nell’occhio con depositi di placca che si sono staccati dall’accumulo sull’arteria carotide. Questi, se raggiungono il cervello, possono addirittura causare un ictus.

Il diabete è una fra le principali patologie che possono arrecare dei danni alla vista. Ecco perché circa un diabetico su quattro soffre di problemi agli occhi ed ecco perché grazie a una visita oculistica è possibile diagnosticare il problema. Ciò è possibile perché il diabete può provocare danni alle pareti capillari della retina.

Anche l’artrite reumatoide, malattia infiammatoria cronica che colpisce le articolazioni, può colpire gli occhi. Ciò accade attraverso una maggiore secchezza dell’occhio. Questo è il sintomo oculare più comune ma ce ne sono altri, come ad esempio l’infiammazione della sclera, ovvero lo strato bianco sottile esterno all’occhio. Ciò avviene perché le condizioni infiammatorie colpiscono il collagene  e la sclera è composta principalmente da collagene.

L’ipertiroidismo o una ghiandola tiroidea iperattiva si manifestano con palpebre retrattili e bulbi oculari sporgenti. Alcuni studi hanno poi dimostrato che le persone che soffrono del morbo di Parkinson generalmente hanno dei tremori oculari nelle fasi iniziali della malattia. Ecco perché utilizzando una specifica tecnologia è possibile diagnosticare anche questa malattia.

Attraverso una visita oculistica si può addirittura diagnosticare il cancro. Ciò avviene perché la palpebra inferiore è uno dei punti principali in cui si può contrarre il cancro alla pelle. Il melanoma può essere rilevato al microscopio se posto vicino alle fibre muscolari o all’iride.

Infine, da un esame oculistico si può individuare anche la sclerosi multipla, malattia autoimmune che attacca le fibre nervose sane del sistema nervoso. Nella parte posteriore dell’occhio è presente la retina ma anche il nervo ottico, ossia un fascio di fibre nervose che inviano messaggi visivi dall’occhio al cervello. Se il nervo ottico è danneggiato lo si vede subito perché risulterà essere pallido e privo di colore.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE —> I tre impensabili motivi che causano problemi alla vista

Un altro modo per individuare un problema neurologico è fare attenzione al movimento oculare. Se questo risulta essere troppo rapido o spontaneo allora ciò potrebbe indicare un sintomo di sclerosi multipla.
Dopo questa breve analisi delle malattie rilevabili da una semplice visita oculistica sono sicura che d’ora in avanti non vi perderete più un controllo! (Serena Ponso)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *