Dolore al lato sinistro dell’addome: cause, sintomi e quando preoccuparsi

Cosa può succedere al nostro corpo quando soffriamo di dolore al lato sinistro dell’addome: cause, sintomi e cosa fare nei più casi gravi

Dolore lato sinistro addome
Mal di pancia (AdobeSotck)

Può capitare di avere dolore al lato sinistro dell’addome all’altezza del fianco. Di solito c’è un eccesso di gas nella pancia e questo può portare stitichezza. I sintomi che avvertiamo sono dolore e gonfiore alla pancia e anche eruttazione frequente. Se ci troviamo in questa condizione potremmo avvertire anche mancanza di appetito.

Questa condizione è causata dalla costipazione perché le feci ristagnano nell’intestino, si creano più batteri e quindi si tende a soffrire di fenomeni di meteorismo. Per ovviare a questo problema molti medici consigliano di bere una tisana al finocchio 3 volte al giorno in modo tale da stimolare il normale movimento intestinale.

Anche chi soffre di cattiva digestione può avvertire dolore alla parte bassa dell’addome oltre che alla bocca dello stomaco. In questo caso i sintomi più frequenti sono eruttazione, bruciore, pesantezza di stomaco e stanchezza. Occorre quindi optare per una dieta a base di cibi digeribili come biscotti secchi e frutta e bere una tisana all’anice o al boldo che aiuta e migliora la digestione.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Rimedi efficaci per combattere l’infiammazione della cervicale

Altri motivi che causano dolore al lato sinistro dell’addome

Dolore lato sinistro addome
Mal di stomaco (AdobeStock)

Uno dei problemi intestinali più frequenti è la diverticolite. Questa patologia si verifica quando i diverticoli ovvero le sacche dell’intestino si infiammano gonfiandosi e si possono avere forti dolori al lato sinistro dell’addome. Tra i sintomi ci sono sia diarrea che costipazione, febbre alta, inappetenza e pancia gonfia.

Nel caso in cui si avvertono questi fastidi e dolori è bene rivolgersi a un medico gastroenterologo che potrà scegliere una diagnosi adatta a base di antidolorifici e antinfiammatori. La dieta consigliata è a base di liquidi per poi reinserire i cibi solidi con il tempo. In casi più gravi ci può anche essere il ricovero in ospedale e una conseguente operazione chirurgica.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE -> Insonnia: la colpa non è del caffè, ecco perchè pensarlo è un errore

Soprattutto negli uomini il dolore addominale nella parte vicina all’ombelico oltre che alla schiena può significare la presenza di calcoli renali. Questo solitamente è dovuto a una dieta povera di liquidi e in generale alla scarsa assunzione d’acqua.

È opportuno andare in ospedale per una diagnosi precisa dove il medico può anche decidere, nel caso in cui il calcolo è di piccole dimensioni, di espellerlo per via urinaria. In episodi più gravi invece c’è bisogno di un’ecografia e di un intervento chirurgico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *