Bonus veterinario 2022, quali spese copre e come averlo

Grazie al Bonus veterinario 2022 possiamo ottenere una buonissima detrazione Irpef dagli esborsi sostenuti per la cura dei nostri animali. Come funziona.

Bonus veterinario 2022 come ottenerlo
Bonus veterinario 2022 come ottenerlo Foto dal web

Bonus veterinario 2022,  la Legge di Bilancio per quest’anno che è passata con l’approvazione sia della Camera che del Senato a margine delle scorse festività di Natale ha inserito anche questo provvedimento nell’ampio ventaglio di misure di sostegno previste da qui in avanti.

Cosa comporta il Bonus veterinario 2022 e come si ottiene? Vediamo passo dopo passo tutti i punti salienti di questa peculiare e certamente molto gradita forma di sussidio. Stiamo parlando di una misura grazie alla quale poter detrarre le uscite economiche motivate dal garantire cura e benessere necessari per gli animaletti che abbiamo a casa.

Gli ultimi aggiornamenti in merito al Bonus veterinario 2022 riferiscono che la relativa detrazione è salita al 19%. In virtù di ciò quindi sale anche lo sconto che i proprietari di animali domestici possono ricevere per avere acquistato ad esempio dei medicinali o degli accessori veterinari, o per avere effettuato delle visite specialistiche.

Bonus veterinario 2022, come funziona e come si richiede

Foto dal web

Il fondo massimo usufruibile sale perciò a sua volta da 500 a 550 euro. La cifra massima da considerare per detrarre il 19% è quella parte che supera l’importo di 129,11 euro, entro un tetto massimo per l’appunto di 550 euro. Per spese veterinarie destinate alla cura di animali regolarmente registrati e muniti di chip, quando richiesto, e che siano detenuti per compagnia oppure per pratiche di sport.

Potrebbe interessarti anche: Bonus Affitti, come inoltrare richiesta: via al bando in questa Regione

Esiste la dichiarazione precompilata nel modello 730 che fa riferimento all’Agenzia delle Entrate per potere inserire i parametri del Bonus veterinario 2022. Ed ogni spesa effettuata va sostenuta necessariamente con modalità di pagamento tracciabili.

Potrebbe interessarti anche: Bonus Bollette 2022, a chi spetta e come vedere se è stato applicato

Questo vuol dire si a bonifici bancari, postali, a versamenti con carte di credito o di debito, assegni, bancomat ed assolutamente no al denaro in contanti.

Potrebbe interessarti anche: Bonus busta paga, cambiano fruitori e modalità per ottenerlo

Fanno eccezione le sole uscite economiche per l’acquisto di medicinali o di dispositivi medici veterinari e per prestazioni in centri veterinari predisposti e regolarmente riconosciuti. Ulteriori dettagli sono presenti in un articolo del sempre bene informato amoreaquattrozampe.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *