Bonus facciate, che succede coi lavori incompleti: conseguenze pesanti

I vantaggi derivanti dal bonus facciate sono evidenti ma bisogna restare in regola dall’inizio alla fine, pena la messa in atto di penalità fortissime.

Bonus facciate che succede con lavori incompleti
Bonus facciate che succede con lavori incompleti Foto dal web

Bonus facciate, ci sono delle conseguenze negative nel caso di mancato completamento dei lavori previsti per quelle unità abitative multiple che sono risultate idonee al provvedimento. La misura consta di una forte detrazione nelle spese sostenute per gli interventi a vario titolo sul lato principale di condomini, palazzi e quant’altro.

C’è il 90% di detrazione in particolare per il bonus facciate, la cui scadenza è avvenuta lo scorso 31 dicembre 2021. Tale percentuale si riferisce alle spese affrontate per i suddetti lavori nel corso degli interi 2020 e del 2021. Lo sgravo calerà invece al 60% per tutto il 2022.

I lavori ricoperti dal bonus facciate riguardano il recupero od il restauro della facciata principale esterna dei palazzi, per ogni categoria catastale.

Bonus facciate, le conseguenze in caso di mancato completamento dei lavori

Condominio
Condominio Foto dal web

In alcuni casi si può intervenire anche sulle facciate interne, qualora queste siano visibili dalla strada. Si può intervenire poi su balconi ornamenti e strutture opache ed i fruitori del provvedimento devono essere residenti in Italia, con un regolare impiego ed essere soggetti passivi Ires.

Potrebbe interessarti anche: Tassa sui rifiuti, grosse novità sui pagamenti e sui servizi garantiti

Non può usufruire del bonus facciate chi detiene redditi legati da una imposta sostitutiva oppure da tassazione separata. Inoltre i pagamenti relativi devono risultare necessariamente tracciabili con bonifico postale oppure bancario. Per la qual cosa conviene conservare tutte le ricevute e le fatture relative.

Potrebbe interessarti anche: Detrazioni fiscali, ci sono grossi bonus mensili non solo per i figli

Ci sono dieci rate annuali fisse e nessuno massimale di spesa o di detrazione. Ma nel caso di ritardi nella messa in opera del bonus facciate cosa succede? Le conseguenze saranno decisamente pesanti, in tal senso.

Potrebbe interessarti anche: Cessione del credito, conviene approfittarne prima del 7 febbraio 2022

Infatti in situazioni di riscontrata e comprovata inadempienza o di incompletezza dei lavori previsti la misura di sussidio viene a decadere. Ed in aggiunta a ciò potrebbero arrivare anche delle multe da parte dell’Agenzia delle Entrate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.