Colesterolo alto? Questo è il pesce giusto da mangiare

Con il colesterolo alto si può mangiare il pesce? Certo, ce n’è uno in particolare che riesce a mantenere bassi i livelli del colesterolo cattivo.

pesce
Pesce (da Pixabay)

In una dieta sana ed equilibrata non può di certo mancare il pesce. Di solito si consiglia di consumarlo una o due volte alla settimana, senza superare questa frequenza per evitare disturbi o sostanze tossiche. Ci sono tantissimi tipi di pesce che l’uomo ha ormai imparato a pescare, a cucinare e a fare anche in modi diversi.

Tuttavia, ci sono alcuni tipi di pesce che sono grassi e altri sono più magri. Questi ultimi sono più indicati per chi ha problemi di salute legati ad un livello di colesterolo cattivo elevato nel sangue. Il colesterolo è quella sostanza grassa presente nelle arterie che se presente in eccesso crea una placca che le ostruisce. Possono, quindi, insorgere problemi molto gravi, dall’infarto all’ictus.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Colesterolo alto: ecco come abbassarlo con i semi di fieno greco

L’alimentazione è fondamentale per cercare di tenere sotto controllo i valori del colesterolo. Vediamo allora qui di seguito due tipi di pesce che si possono mangiare tranquillamente avendo problemi di colesterolo nel sangue.

Colesterolo alto: il pesce che si può mangiare senza problemi

pesce-fresco-riconoscerlo
(da pixabay)

Un pesce che non è grasso, al contrario di quello che si crede, è il salmone. Questo va bene se assunto un paio di volte a settimana. Il salmone affumicato ha 50 mg di colesterolo per 100 grammi di prodotto, mentre quello fresco ne ha solamente 30 mg. Sono valori bassi che una persona con problemi di colesterolo non ha motivi di evitare. Il salmone farà bene anche alla salute del cuore.

La stessa cosa vale anche per il merluzzo. Le popolazioni che hanno una dieta principalmente a base di merluzzo, come gli Inuit, hanno un rischio molto inferiore rispetto alle persone dell’Europa con un’alimentazione diversa, di contrarre malattie legate al cuore e al colesterolo. Il merluzzo è un pesce magro, ricco di grassi polinsaturi omega 3 che sono grassi buoni.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Polpette di merluzzo, squisite sia al forno che fritte: farle è semplicissimo

Il salmone e il merluzzo, quindi, sono molto nutrienti grazie alla presenza di sali minerali e vitamine. Sono fondamentali per l’organismo in quanto ricchi di omega 3 e riescono ad abbassare sia il livello di colesterolo nel sangue che quello della glicemia. Naturalmente, ognuno dovrà poi consultare un nutrizionista per avere maggiori dettagli in relazione alla propria salute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.