Mangiare Nutella troppo spesso: cosa succede a colesterolo e glicemia

La Nutella è uno tra gli alimenti più apprezzati da grandi e piccini, purtroppo però, come la maggior parte delle cose buone, abusarne può essere rischioso per il colesterolo e la glicemia. Scopriamo insieme perché.

nutella colesterolo glicemia
Nutella (Pixabay)

A chi non piace la Nutella? A pochi di voi credo. Come resistere a questa crema spalmabile dal gusto inconfondibile? È davvero difficile. Però a volte è necessario farlo se vogliamo preservare la salute del nostro corpo.

La Nutella sarà senz’altro buona, su questo non c’è dubbio, però assunta in quantità elevate può risultare dannosa, soprattutto per chi soffre di colesterolo e glicemia. Cerchiamo di capire perché e come mangiarla.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE —> Voglia di dolce? la ricetta del frappè Nutella biscuit

Gli effetti dell’abuso di Nutella su colesterolo e glicemia

nutella colesterolo glicemia
Crema spalmabile sul coltello (Pixabay)

La Nutella è uno di quei brand che non ha eguali. Hanno cercato di imitarla molte volte ma con scarsi risultati. Di recente sono comparse anche le creme spalmabili Milka e Pan di Stelle. Due colossi, la Milka e la Barilla, che hanno provato a competere con la regina indiscussa delle creme spalmabili. Il sapore di queste due creme è di sicuro migliore di tante altre sottomarche, ma nemmeno loro sono riuscite a raggiungere la fama tanto agognata di cui gode la Nutella.

Ma quali sono gli ingredienti di questa crema così gustosa? L’etichetta riporta i seguenti: zucchero, nocciole (13%), olio vegetale, cacao magro, siero di latte in polvere, latte scremato in polvere (5%), emulsionante (lecitina di soia) e aromi. Già dalla sua composizione possiamo renderci conto di quanto questo alimento sia ricco di grassi e zucchero. Non a caso quest’ultimo compare al primo posto.

Nonostante un alto apporto di zuccheri, la presenza delle nocciole potrebbe rivelarsi un bene e un male. Le nocciole sono infatti molto caloriche, ma allo stesso tempo ricche di fibre, proteine, minerali e vitamine. Ecco perché la Nutella può essere considerato un alimento nutriente da consumare di tanto in tanto in accompagnamento a una sala alimentazione. Anche i pazienti affetti da colesterolo alto e diabete potrebbero assumerla occasionalmente.

Però attenzione: la Nutella è anche in grado di aumentare il glucosio nel sangue. Ciò provoca l’ostruzione delle arterie causando rischi cardiovascolari, che possono avere conseguenze anche gravi, come arresti cardiaci o infarti. Ecco perché è bene non abusarne, poiché potrebbe condurre a iperglicemia e rischio di obesità.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE —> Sbriciolata nutella e mascarpone super golosa: senza cottura si prepara in poco tempo

In conclusione, la Nutella ogni tanto non fa male, anzi, può anche apportare benefici all’organismo perché è ricca di fibre, calcio e ferro. Occhio però a non esagerare, specialmente se soffrite di iperglicemia o colesterolo alto. So che non è facile perché oltre ad essere spalmata sul pane la Nutella può essere utilizzata anche come ingredienti per tanti dolci. Però se c’è di mezzo la salute è sempre bene limitarsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.