La depressione ci fa credere cose non vere: quando la mente mente

La depressione ci fa credere cose non vere: la mente boicotta chi vive momenti di estremo disagio tramite le distorsioni cognitive

La depressione ci convince di cose non reali
Ansia e Depressione (Pixabay)

La depressione è la malattia del nostro secolo. È estremamente diffusa, nonostante ci siano ancora dei tabù nei confronti di questo problema. Tante persone provano ancora vergogna nell’ammettere di viverla, altre ancora ne sottovalutano l’entità.

In realtà la depressione è una vera e propria malattia. E come tale va curata. Essa non dipende solo da motivazioni psicologiche e fattori momentanei, talvolta è un qualcosa che fa parte del nostro corredo genetico e della nostra storia familiare. Purtroppo la depressione è estremamente faticosa da attraversare, perché esiste una parte di noi che continua a boicottarci mentre noi ci adoperiamo per lottare: la nostra mente.

Potrebbe interessarti anche >>> Come l’arte aiuta a combattere l’ansia, lo stress e la depressione

La depressione ci fa credere cose non vere, quali bugie ci racconta?

La depressione ci convince di cose non reali bugie
Depressione (Pixabay)

La depressione è una fine e sadica manipolatrice. Tramite i nostri pensieri ci mette contro noi stessi e ci rende vittime delle nostre stesse trappole.  Purtroppo è veramente dura non credere a quanto la depressione ci suggerisce, è dura non dare retta a quelle distorsioni cognitive che ci rendono così miopi. Questo perché, quei pensieri tanto castranti, noi li percepiamo comunque come frutto del nostro intelletto e della nostra ragione. In realtà sono la risultante di un senso di malinconia ed avvilimento profondi, per cui si giunge, per l’appunto, ad una scorretta interpretazione delle cose. Tra i tanti pensieri che possono accompagnare momenti di questo tipo, ve ne sono alcuni che sono pressoché sempre presenti, raggruppabili in alcune macro sequenze:

  1. Opinione negativa di se stessi
  2. Autocritica ed autocondanna
  3. Interpretazione negativa degli eventi
  4. Aspettative negative riguardo al futuro
  5. Ingigantimento delle responsabilità e delle colpe

Potrebbe interessarti anche >>> Quando la stanchezza è un sintomo della depressione

Tutto questo ovviamente rende estremamente difficile la battaglia contro la depressione. Ma bisogna essere consapevoli,  che in questi casi non dobbiamo credere a tutto ciò che pensiamo. E che con fiducia e pazienza riusciremo a riconciliarci con l’unico alleato di cui abbiamo bisogno: noi stessi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *