Cancro al seno: la cura potrebbe essere una pianta comune

Un nuovo studio ha individuato in una pianta comune la possibile cura per il cancro al seno, ma vediamo che cosa hanno scoperto.

cancro al seno
Nastro rosa, simbolo del cancro al seno (Pixabay)

Il cancro al seno viene diagnosticato per la maggior parte alle donne. Si parla di circa 60.000 casi ogni anno, ma ce ne sono anche 300-500 che coinvolgono gli uomini. Ad oggi si tratta di un tipo di tumore che se diagnosticato precocemente si può trattare nella maggior parte dei casi e garantire la sopravvivenza del paziente.

La diagnosi deve essere fatta quando la malattia è all’inizio per poter intervenire. Ci sono ancora persone che non lo scoprono in tempo. Ogni anno un quinto dei pazienti con diagnosi di cancro al seno muore. Anche in questo caso, come per tutti gli altri tumori, non c’è una cura efficace da subito. Gli studi condotti nel tempo hanno individuato dei trattamenti, ma qualche passo in avanti si sta facendo.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> L’olio d’oliva diminuisce il rischio di cancro al seno: la ricerca

Un nuovo recente studio ha individuato una possibile cura che arriva da una pianta molto comune, fino a questo momento del tutto sottovalutata. Vediamo qui di seguito che cosa hanno scoperto gli studiosi e di che pianta si tratta.

Cancro al seno: la soluzione si nasconde in una pianta comune?

erba
Erba (Pixabay)

Lo studio menzionato arriva dall’Università Royal Holloway di Londra che ha collaborato con l’Università di Exeter e la Brunel University. I ricercatori hanno fatto una scoperta molto interessante individuando in un’erba molto comune capacità sensazionali. Si tratta dell’Arabidopsis thaliana, chiamata arabetta comune, una piccola pianta che appartiene alla famiglia delle Brassicacee.

Secondo i test e gli esperimenti svolti sembra che questa erba sia in grado di riconoscere le cellule sane da quelle tumorali e agire su queste ultime. Ne blocca la produzione, impedisce a loro di modificarsi. Mentre le cellule sane non vengono assolutamente toccate dall’azione di quella che fino ad oggi era considerata soltanto un’erbaccia.

POTRESTI LEGGERE ANCHE >>> Cancro al seno, uno studio italiano spiega come combatterlo del tutto

Gli studi effettuati sono soltanto all’inizio, i ricercatori devono fare ulteriori ricerche e approfondimenti. Ma quello che hanno individuato è veramente importante per cercare di trovare trattamenti più efficaci, farmaci del tutto naturali in grado di fermare la malattia. La strada è aperta verso nuovi sviluppi e nuovi passi avanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *