Abuso emotivo: tutti i segnali per riconoscerlo

Non sempre si è consapevoli di fronteggiare un abuso emotivo. Gli esperti rivelano i primi sintomi evidenti e alcuni metodi per affrontarlo.

Abuso psicologico
Ragazza triste (Foto Pexels)

Non tutti i tipi di abuso hanno segni o avvertimenti visibili. Alcuni, come l’abuso emotivo, possono colpire prima che ci si renda conto di quello che sta succedendo. Vediamo alcuni tra i primi sintomi e manifestazioni evidenti.

Abuso emotivo: i segnali da non sottovalutare

Il maltrattamento e l’abuso emotivo possono assumere molte forme. A volte può arrivare di soppiatto e nascondersi in parole dolci. Altre volte, arriva in ondate di completo silenzio.

Abuso mentale
Ragazzo pensieroso (Foto Pexels)

Può essere difficile sapere quando si sta vivendo un abuso emotivo. Ma quando iniziate a sentirvi isolati, impotenti o senza valore nelle vostre relazioni, potreste voler prestare maggiore attenzione. Imparare a individuare le bandiere rosse nella vostra relazione può aiutarvi a prendere decisioni responsabili al riguardo.

Esso si riferisce a parole e comportamenti che intenzionalmente causano danni. Può variare da atti fisicamente violenti ad aggressioni sessuali, fino a trascuratezza e umiliazione. Può accadere solo una volta, o può essere un modello di comportamento che si ripete nel tempo e nelle situazioni.

Solitamente è sempre intenzionale, tuttavia qualcuno potrebbe non essere consapevole che il suo comportamento è definito come abuso. Ma se l’intenzione delle sue azioni è quella di esercitare il controllo, allora questo è un comportamento abusivo.

Questo disagio è definito dall’intenzione e non sempre dall’impatto. In altre parole, qualcuno può dire cose offensive con l’intenzione di fare del male.

Potrebbe interessarti anche: Depressione: quali sono gli effetti sul corpo se soffri di questo disturbo

Abuso emotivo: come si caratterizza

L’abuso non è sempre fisico o evidente. Non c’è bisogno di avere “prove” visibili che qualcuno stia facendo del male. Esso si verifica quando qualcuno usa parole e comportamenti non violenti per esercitare potere e controllo su qualcuno. A volte si parla di abuso mentale o psicologico.

Quello emotivo può essere qualsiasi comportamento dannoso che può influenzare negativamente lo emotivo di un individuo. Se l’intenzione è quella di ferire l’altro, questo è abuso. Ciò porta sviluppare un’immagine negativa di se stessi e scarsa fiducia.

Potrebbe interessarti anche: Tradimento di coppia: le cause più frequenti

Qualcuno con comportamenti emotivamente abusivi può cercare di isolarvi dai vostri cari, per esempio. Possono usare tattiche di manipolazione per impedirvi di fare cose che vi piacciono. A volte, anche l’indisponibilità emotiva e l’abbandono emotivo possono essere considerati abusi emotivi.

Più di 10 anni fa, i dati di un sondaggio nazionale hanno mostrato che circa la metà delle persone negli Stati Uniti ha sperimentato ad un certo punto un abuso emotivo da parte di un partner romantico. L’abuso emotivo non deve necessariamente venire da un partner, però. Può provenire anche da datori di lavoro, colleghi di lavoro, familiari e amici.

I primi sintomi

Alcuni di questi atteggiamenti e comportamenti possono segnalare un abuso emotivo.

  • Vergogna
  • Sentirsi sempre in colpa
  • Critiche eccessive dall’esterno e verso se stessi
  • Senso di colpa
  • Umiliazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *