Ipocondria: come affrontarla con questi rimedi naturali

L’ipocondria è proprio una brutta bestia perché ti fa credere di soffrire di una certa malattia piuttosto che di un’altra, ma per fortuna esistono questi rimedi naturali.

paura malattie rimedi
Uomo che soffre di ipocondria (Pixabay)

Il termine “ipocondria” deriva dal greco hyphokhóndria, ossia “ipocondrio”, la sede nella quale si riteneva che fosse presente la malinconia, che sta proprio alla base di questo disturbo del tutto infondato.

L’ipocondria è infatti uno stato ossessivo che ci porta a credere di soffrire di una o più malattie. Si tratta di un vero e proprio disturbo psichico che a lungo andare può diventare dannoso per la salute, portando a problemi reali come ad esempio la depressione e attacchi di panico. Fortunatamente esistono però questi rimedi naturali che ci possono aiutare a risolvere questa condizione.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE —> Come l’arte aiuta a combattere l’ansia, lo stress e la depressione

I migliori rimedi naturali per combattere l’ipocondria

terrore tutto malessere rimedi
Presenza negativa (Pixabay)

L’ipocondria è un fenomeno che può interessare in maniera indistinta sia uomini che donne di qualsiasi età. I quali possono riscontrare uno stato di malessere costante che può sfociare in veri e propri comportamenti ossessivi o veri e propri disfunzioni. Abbiamo infatti visto come la mente in alcuni casi sia la causa di veri e propri disturbi psicosomatici. Fortunatamente a tutto c’è un rimedio, e se questi sono naturali tanto meglio.

Può agire come rimedio utile il biancospino, un arbusto in grado di alleviare disturbi neurovegetativi quali ad esempio la dispnea, la tachicardia o le vampate di calore. In questo caso è sufficiente assumere 30 o 40 gocce di tintura madre diluite in acqua per circa 3 volte al giorno. Anche la melissa può essere un vero e proprio toccasana, specialmente quando il disturbo dell’ipocondria si manifesta sotto forma di malesseri che interessano l’apparato gastrointestinale. In questo caso 40 gocce di tintura madre diluite nell’acqua possono andare bene.

Altra pianta che dona sollievo è la scutellaria, soprattutto da sintomi quali incubi, tachicardia, insonnia e cefalea muscolo censiva. Possono bastare 20-30 gocce di tintura madre diluite con acqua per circa 2/3 volte al giorno. Infine la camomilla, il rimedio più conosciuto per stati ansiosi. Bere una tazza di camomilla prima di coricarsi è la soluzione ideale per allontanare qualsiasi preoccupazione e riposare bene.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE —> Killer silenzioso: quali sono i sintomi da non sottovalutare

Se dunque pensi di soffrire di ipocondria sappi che questi rimedi naturali sono davvero efficaci. Ma se vuoi ricorrere a una terapia più concreta allora puoi pensare alla psicoterapia cognitivo-comportamentale. Attraverso questo approccio il soggetto sarà in grado di individuare le preoccupazioni infondate che lo affliggono e allo stesso tempo imparerà a razionalizzarle. È possibile che a questa vengano affiancati degli antidepressivi o degli ansiolitici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *