Carenza di vitamina E, i segnali evidenti che invia il corpo

Chi ha una carenza da vitamina E potrebbe imbattersi in diversi disturbi: il corpo, in questo caso, invia dei segnali evidenti. Quali?

carenza vitamina E sintomi
Uomo sofferente (Unsplash)

Chi ha una carenza da vitamina E potrebbe imbattersi in diversi disturbi: il corpo, in questo caso, invia dei segnali evidenti. Quali? La vitamina E è essenziale per l’organismo, una sua carenza può compromettere il corretto funzionamento di vai organi e non solo. Questa protegge le cellule dai radicali liberi e rafforza il sistema immunitario. Inoltre, previene la coagulazione del sangue.

Solitamente, una carenza da vitamina E è data da una scorretta dieta. Un regime alimentare poco sano può provocare diversi problemi al fisico, alcuni anche gravi. Ma essenzialmente, una carenza da vitamina E è data soprattutto da cause slegate dalla dieta. Ad esempio, può insorgere per determinate condizioni genetiche o da problemi medici, come nel caso di male assorbimento del grasso e scorretta digestione.

Potrebbe interessarti anche → Integratori: quando è meglio assumerli, parola agli esperti

Segnali di una carenza da vitamina E, cosa racconta il corpo

carenza vitamina E problemi salute
Ragazza priva di forze, debole (Unsplash)

La vitamina E è liposolubile, il corpo la assorbe e la immagazzina nel tessuto adiposo e nel fegato. Più probabile che a soffrirne siano i bambini piccoli, piuttosto che le persone adulte. Tuttavia, una carenza può sempre insorgere anche in età avanzata. Ma quali sono i sintomi che il corpo ci invia e che possono farci venire il dubbio sulla carenza?

Prima di tutto, una debolezza muscolare. Se non si hanno livelli equilibrati di vitamina E, i muscoli non sopportano lo stress ossidativo. In secondo luogo, si hanno problemi di coordinazione. Questi avvengono a causa del mal funzionamento dei neuroni nel cervello, essenziali per la fluidità dei movimenti e del controllo dei muscoli.

Intorpidimento e formicolii vari agli arti. Ciò avviene perché si danneggiano le fibre nervose. E ancora, il sistema immunitario ne risente e si indebolisce. In questo caso, il fisico è più esposto a virus, infezioni e infiammazioni batteriche. Infine, si compromette anche la vista. I recettori della luce nella retina si indeboliscono, causando problemi di vista e difficoltà a mettere a fuoco.

Potrebbe interessarti anche → Gli scienziati scoprono una bevanda che può far rimpicciolire il cervello

Le dosi di vitamina E consigliate per un adulto sono di circa 15 mg al giorno. Se non si riescono ad assumerle tramite una dieta, occorre integrarle con gli integratori. Tra gli alimenti più ricchi di vitamina E, che si consiglia di assumere nelle quantità corrette, troviamo:

  • Mandorle
  • Arachidi
  • Semi di girasole
  • Spinaci
  • Broccoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *