14 aprile 2022: Giornata internazionale della malattia di Chagas

Oggi, 14 aprile 2022, si celebra la Giornata internazionale della malattia di Chagas, una malattia infettiva la cui cura è accessibile ancora a poche persone.

ricorrenza prevenzione malattia
Giornata internazionale della malattia di Chagas (Adobe Stock)

La malattia di Chagas, nota anche come “tripanosomiasi americana”, è una malattia infettiva causata dal parassita Tripanosoma cruzi. Questo viene trasmesso all’uomo da cimici Triatominae, degli insetti che vivono in alcune zone rurali dell’America Centrale, Messico e Sud America.

Questa malattia può però essere contratta anche a seguito di trasfusioni di sangue proveniente da donatori infetti, ingestione di cibo crudo o bevande contaminate e trapianto di organi.

Una malattia poco conosciuta, ma che se non viene curata con i dovuti riguardi può portare a gravi complicanze neurologiche, cardiache oppure che interessano il sistema digerente. Ecco perché si è pensato di istituire una Giornata internazionale dedicata a questa malattia, che si celebra proprio oggi 14 aprile.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE —> 24 marzo 2022: Giornata mondiale per la lotta alla tubercolosi

Perché una Giornata internazionale per la malattia di Chagas

malattia Chagas parassita
Cimice Triatominae (Pinterest greenme.it)

Presente principalmente in alcuni Paesi dell’America Latina, il Ministero della Salute stima che in tutto il mondo siano state 6/7 milioni le persone colpite da questa malattia. Recentemente, però, a causa dei movimenti migratori, la malattia di Chagas si è diffusa anche in altre aree. Ad esempio in Canada, USA, Europa e alcuni Paesi del Pacifico Occidentale.

Per questo motivo la Federazione internazionale delle Associazioni delle Persone colpite dalla malattia di Chagas (Findechagas)  ha deciso di istituire una Giornata mondiale della malattia di Chagas. Un’occasione molto importante per porre l’attenzione su una malattia dimenticata, che però è in grado di contagiare un gran numero di persone. Di cui solamente una minoranza ha accesso alle cure. L’obiettivo dell’OMS è infatti quello di raggiungere l’eliminazione della trasmissione della malattia entro il 2030. E di estendere le cure al 75% delle persone colpite, quando attualmente sono solo l’1% è in grado di accedervi.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE —> 2 aprile 2022: Giornata mondiale della consapevolezza sull’autismo

Ma come mai si festeggia proprio oggi? Il 14 aprile 1909 è la data in cui Carlos Chagas, ricercatore e medico brasiliano diagnosticò il primo caso della malattia. Mentre la nascita di una Giornata internazionale dedicata alla malattia è relativamente giovane, poiché risale al 2019, a seguito del 72° Incontro dell’Assemblea OMS del 20 maggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *