Intolleranza al lattosio, tutti i sintomi e come riconoscerla

Intolleranza al lattosio, sai cos’è nello specifico e perché avviene? Ti spieghiamo tutto nella nostra guida, anche come combatterla

Latticini
Latticini (AdobeStock)

L’intolleranza al lattosio è una problematica sempre più diffusa. Sono in netto aumento, infatti, le persone che si accorgono di non riuscire a digerire il lattosio. Lo nominiamo sempre ma sappiamo cos’è nello specifico? Non è altro che lo zucchero che si trova nel latte e nei suoi derivati che non viene digerito a causa della mancanza degli enzimi che si occupano, appunto, della sua digestione.

Una condizione fisiologica che non sempre viene riconosciuta con tempestività e che colpisce il 50% della popolazione italiana. Spesso i sintomi e gli esiti sono lievi, altre volte più aggressivi. Saper riconoscere l’intolleranza al lattosio è importante per preservare la salute ed in generale il benessere dell’organismo. Proprio per questo ti spieghiamo quali sono i principali sintomi e come riconoscerla.

Potrebbe interessarti anche: Sindrome premestruale, un disturbo su cui c’è ancora molta disinformazione

Intolleranza al lattosio, tutte le specifiche

mal di stomaco lattosio
mal di stomaco (Foto di mohamed Hassan da Pixabay)

L’intolleranza al lattosio è legata ad alcuni sintomi specifici che però spesso vengono presi sottogamba. Hanno a che fare con lo stomaco, l’intestino e l’evacuazione dei rifiuti. Lo zucchero del latte che non viene digerito permane nell’intestino che tramite la flora batterica fermenta producendo gas e liquidi nel colon. Ecco perché i principali sintomi legati all’intolleranza sono:

  • gonfiore e/o dolori addominali
  • flatulenza
  • diarrea
  • stitichezza
  • nausea

con manifestazioni più rare che si mostrano anche con meteorismo, mal di testa, spossatezza e eruzioni cutanee. Tra i soggetti più a rischio ci sono i bambini nati prematuri che a causa di uno sviluppo non totalmente compiuto risultano più fragili. Moltissimi sono però i soggetti che capiscono di avere un’intolleranza al lattosio da grandi.

Come accertarsi che si tratta di questo tipo di intolleranza? Con un esame apposito: il breath test all’idrogeno che permette di capire quanta aria è stata espirata prima e dopo l’assunzione del lattosio. Alcune specifiche analisi del sangue anche aiutano a capire come quelle delle feci che vengono usate solo nei bambini.

Potrebbe interessarti anche: Se hai un esaurimento nervoso, ecco i rimedi che puoi adottare

Come risolvere il problema? Con una dieta specifica che elimina il lattosio e comunque lo riduce in modo sensibile. Come sempre la cosa migliore è rivolgersi ad uno specialista che sa che eliminando i latticini ed i suoi derivati è necessario colmare le quantità di calcio e vitamina D che vengono a mancare con altri alimenti mirati come i cereali, il pesce ed i legumi.

Per gli amanti dei latticini, c’è da dire, che oggi esistono molte versioni dei prodotti caseari e dello stesso latte privi di lattosio per dare ai tutti coloro che hanno dei problemi di intolleranza la possibilità di mangiare latte e derivati ma senza stare male.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *