Sindrome premestruale, un disturbo su cui c’è ancora molta disinformazione

Sindrome premestruale, c’è ancora molta disinformazione su un disturbo che è invece estremamente comune e colpisce molte donne in età fertile

Fiocco rosa (Pixabay)
(Pixabay)

A causare la sindrome premestruale possono essere varie cause: da uno squilibrio ormonale alla predisposizione genetica, passando per carenza di calcio e magnesio. E tu quanto conosci questo disturbo molto frequente nel mondo femminile? ecco quello che dovresti conoscere su questo disturbo che può rivelarsi anche molto doloroso e spiacevole

Ti potrebbe interessare anche->Caduta dei capelli: puoi risolvere il problema con questi alimenti

Sindrome premestruale, quello che devi sapere

La sindrome premestruale è una sindrome su cui c’è ancora tantissima disinformazione. E questo avviene nonostante il disturbo sia estremamente comune, e questo rende le cose se possibile ancora più gravi, visto lo stato di solitudine e disinformazione in cui molte donne si trovano quando, in età fertile, sperimentano quella che può essere una sindrome davvero fastidiosa fino a diventare dolorosa propriamente, alle volte persino invalidante.

Ti potrebbe interessare anche->Come trovare casa velocemente: le cose a cui badare prima di comprare

La sindrome premestruale non fa eccezione rispetto a moltissime altre malattie femminili, di cui si parla purtroppo ancora molto poco. Proviamo però a fare informazione per quanto possibile: ricordiamo che la lettura di articoli sul web non sostituisce il consulto apposito con uno specialista adeguato. Le informazioni presenti sulla pagina sono puramente indicative. La diagnosi di una sindrome premestrale non solo passa attraverso il consulto di uno specialista, ma spesso è anche una diagnosi lunga: alla donna può essere chiesto di valutare e riportare i sintomi per almeno due cicli, quandi quasi due mesi.

Ma quali sono i sintomi? I sintomi sono vari e variano la loro intensità non solo da donna a donna ma anche da ciclo a ciclo. Fattori come lo stress, le condizioni ambientali, l’alimentazione possono peggiorare i sintomi anche in misura considerevole. Tra i sintomi più comuni sono mal di testa, mal di schiena, crampi alla pancia, gambe pesanti, alle volte episodi di spotting. I sintomi compaiono fino a dieci giorni prima dall’arrivo del ciclo e scompaiono qualche ora dopo il suo arrivo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *