Senza cavatappi? I modi alternativi per aprire una bottiglia di vino

Come aprire una bottiglia di vino se non si ha il cavatappi? Non c’è da disperare: ci sono diversi metodi per rimediare

Cavatappi per vino
Cavatappi per vino (AdobeStock)

A chi non è mai capitato, almeno una volta nella vita, di essere pronti a servire il vino e accorgersi di non avere il cavatappi? Panico più totale! Una cena nella casa nuova, una gita fuori porta, una rimpatriata tra amici all’università, insomma le situazioni in cui tutto sembra essere perfetto ed allegro possono essere tante, accomunate da un unico e “piccolo” inconveniente: non poter brindare perché manca il cavatappi.

Come fare allora per poter gustare il vino in tavola, magari regalato da chi è venuto a cena? Non sempre reperirne uno è di facile portata, soprattutto se è sera e tutti i negozi sono chiusi. Le alternative sono due: arrendersi e mettere il vino da parte, oppure ingegnarsi e studiare qualche piccolo trucchetto per rimediare.

Sai che esistono diversi metodi alternativi per aprire una bottiglia di vino senza usare il cavatappi? Niente di pericoloso, tutto molto facile e veloce. Ti spieghiamo come si fa!

Potrebbe interessarti anche: Come essiccare il cibo in friggitrice ad aria: i passaggi da seguire

Aprire una bottiglia di vino senza cavatappi: i metodi

aprire bottiglia di vino
aprire bottiglia di vino con vite e forchetta ((Screenshot Video YouTube)

Aprire una bottiglia di vino senza cavatappi come abbiamo detto è possibile. Ci sono alcuni metodi alternativi e casalinghi che permettono di degustare ugualmente un bel bicchiere di vino anche se non si possiede lo strumento numero uno in assoluto dedicato.

Il primo metodo che si può mettere in azione è quello dell’azione combinata tra una vite ed un martello. Basta inserire la vite nel tappo della bottiglia e tramite il martello, quello biforcuto, si fa pressione sulla vite che conficcata per bene nel tappo lo tirerà via dal collo della bottiglia.

Una soluzione molto simile si può realizzare utilizzando una vite, un cacciavite e una forchetta. Una volta infilata la vite nel tappo di sughero è necessario farla scendere in profondità e per questo ci si può aiutare con il cacciavite facendo attenzione a non far rompere il tappo. Per estrarlo si usa una forchetta che si aggancia alla vite e la tira insieme al tappo.

Potrebbe interessarti anche: Congelare il cioccolato avanzato dalle uova di Pasqua è possibile

Se non si anno questi strumenti a disposizione, abbastanza particolari diciamo, si può ricorrere ad una modalità davvero molto pratica. Basta farsi aiutare da una scarpa o un asciugamano. Basta mettere la bottiglia in verticale e fare delle pressioni sul fondo, con la scarpa o l’asciugamano che attutiscono il colpo ma danno modo al tappo di uscire piano piano dal collo della bottiglia grazie al gas che lo spingerà verso l’alto. Quando sarà abbastanza sporgente lo si estrae con le mani ed il gioco è fatto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *