Il metodo corretto per lavare e igienizzare i cuscini memory foam

Non molti sanno come pulire i cuscini memory foam, oggi diffusissimi, ma c’è un metodo per lavare e igienizzare correttamente questo prodotto.

pulire cuscini memory foam
Interno spugna dei cuscini memory foam (Pixabay)

Non molti sanno come pulire i cuscini memory foam, oggi diffusissimi, ma c’è un metodo per lavare e igienizzare correttamente questo prodotto. Da un po’ di anni, questa tecnologia si trova in quasi ogni casa. Sono poche le persone che ancora oggi non possiedono un letto memory foam. Si tratta di una tecnologia che comporta grandi benefici per il corpo e che ci fa dormire meglio.

Praticamente, il memory foam è una speciale spugna capace di modellarsi in base al peso e al corpo di una persona. Questo, senza perdere efficacia e senza sformarsi, neanche dopo tanto tempo di utilizzo. È essenziale per rilassare i muscoli e per mantenere dritta la colonna vertebrale. Il corpo ne beneficia, ma poi come si fa per lavare i cuscini fatti di questo particolare materiale?

Potrebbe interessarti anche → Come pulire il tavolo di casa con tecniche efficienti e prodotti economici

Lavare e igienizzare i cuscini memory foam

pulizia cuscini letto memory
Letto matrimoniale memory (Pixabay)

Pulire e igienizzare i cuscini è essenziale. D’altronde, sul letto trascorriamo tante ore, ogni notte, e poggiamo la testa proprio sul cuscino. Questi si riempie di polvere, di acari, di forfora, di capelli e di tanto altro ancora, perciò è importante tenerlo fresco e pulito. Se la federa si può lavare tranquillamente in lavatrice o a mano, come si fare per la spugna interna?

La primissima cosa da fare è quella di controllare l’etichetta sul cuscino. Lì dovrebbero esserci alcuni consigli e disposizioni. Di solito, mettere la spugna in lavatrice non è una buona idea. La spugna si riempie di acqua e si sforma, perciò meglio evitare. Se il cuscino è macchiato, meglio agire direttamente sulla macchia, strofinando una spugnetta morbida intinta di acqua calda e detersivo.

È raccomandato eseguire questo procedimenti ogni tanto, anche in assenza di macchie. Poi possiamo rinfrescarlo e profumarlo con un ingrediente naturale. Basta stendere la spugna all’aria aperta e cospargerla di bicarbonato, lasciandola alla luce per un paio di ore. Il bicarbonato poi deve essere aspirato. I cuscino profumerà di fresco. Se invece vogliamo lavare perfettamente il cuscino, dobbiamo agire così.

Il lavaggio in lavatrice e a mano per i cuscini memory foam

Riempiamo una bacinella con acqua tiepida e un detersivo delicato. Immergiamo la spugna, strizziamolo bene più volte, senza eccedere con le torsioni, altrimenti la spugna si rovina. Dopodiché, tiriamo fuori il cuscino dalla bacinella e procediamo a schiacciarlo per far uscire tutta l’acqua in eccesso. Infine, lasciamo asciugare all’aria aperta.

Può capitare di possedere dei cuscini lavabili in lavatrice. È più raro, ma esistono spugne resistenti e lavabili nell’elettrodomestico. Ci deve essere scritto sull’etichetta. In tal caso, se optiamo per questo tipo di lavaggio, meglio praticare un lavaggio breve, altrimenti il cuscino si sbriciola.

Potrebbe interessarti anche → Come lavare i cappotti a casa: occhio alle etichette

Molti si interrogano sulla durata concreta dei cuscini memory foam. Bè, bisogna sapere che questi cuscini sono progettati per durare, in condizioni perfette e funzionali, per tre o quattro anni massimo. Superato tale lasso di tempo, la spugna inizia a cedere e a sformarsi. Nonostante l’alta tecnologia di cui sono fatti, significa che non sono eterni, anzi, si deteriorano anche abbastanza in fretta. Meglio cambiarli ogni tre anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *