Nuove regole sui condizionatori, multe pesantissime per i trasgressori

Entrano in vigore le nuove regole sui condizionatori, che il Governo ha voluto per dare un freno ai consumi ed ai costi. In cosa consistono e che sanzioni comportano.

Una donna accende un condizionatore
Una donna accende un condizionatore (Freepik)

Nuove regole sui condizionatori, il limitato utilizzo annunciato all’interno del Decreto Energia comunicato dal Governo nei giorni scorsi vedrà questo aspetto entrare in vigore a partire dal 1° maggio.

Questa è una delle soluzioni concepite per tamponare l’emergenza in relazione ai rincari delle bollette della corrente e del gas. E rappresenta un modo per cercare di fare economia in maniera virtuosa.

In cosa consistono queste nuove regole sui condizionatori? Si cercherà di risparmiare sui consumi dell’energia elettrica all’interno degli uffici della Pubblica Amministrazione fissando una serie di comportamenti atti a limitare l’erogazione di energia.

Nuove regole sui condizionatori, fino a quando dureranno

Una donna tiene in mano il telecomando del condizionatore
Una donna tiene in mano il telecomando del condizionatore (Freepik)

Per applicare queste nuove regole sui condizionatori basterà seguire alcune semplici indicazioni, che avranno validità per i quasi un anno a partire proprio dal 1° maggio 2022. Le regole in questione rimarranno in vigore fino al 31 marzo 2023.

In base a quanto contenuto all’interno del Decreto Energia, sarà vietato negli uffici pubblici scuole comprese tenere i condizionatori al di sopra dei 19 gradi in inverno ed al di sotto dei 27 gradi in estate. Si tratta di temperature considerate ideali, in grado di annullare i possibili contraccolpi di uno sbalzo termico riscontrabile tra la temperatura interna e quella esterna.

Infatti ci sono solo controindicazioni nel tenere un condizionatore a tipo 18 gradi in estate ed a 30 gradi in inverno. Ad una simile esposizione, uscire all’esterno comporterà una differenza di temperatura tale da favorire la comparsa di malanni.

Potrebbe interessarti anche: Come ridurre le bollette, fai attenzione a questo voci da pagare

Quali sono le sanzioni previste per i trasgressori

Un condizionatore in funzione
Un condizionatore in funzione (Freepik)

Ma fare così comporta anche il sottoporre un condizionatore, un climatizzatore o qualunque altro tipi di elettrodomestico analogo ad uno sforzo maggiore. Con la conseguenza che aumentano i consumi e quindi i costi.

Potrebbe interessarti anche: Come risparmiare sulle bollette, attenti a certe soluzioni

Per cui serviva proprio un provvedimento come quello comunicato dal Governo, che regolamenta il comportamento in tal senso. Per chi, nei pubblici uffici, non dovesse rispettare questa norma, sono previste multe di importo compreso tra i 500 ed i 3mila euro. Sono escluse da questo provvedimento le strutture sanitarie, dagli ospedali alle case di cura fino a cliniche di vario tipo.

Potrebbe interessarti anche: Come risparmiare sul gas, fai così per spendere il 10% in meno in bolletta

E questo sarebbe un esempio virtuoso di razionalizzazione dei consumi per fare fronte alla crisi energetica in atto. Un possibile intervento dovrebbe riguardare anche l’illuminazione pubblica, con minore ore di luce ed una quantità di lampioni più bassa da tenere accesi ogni notte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *