4 modi per migliorare la qualità dell’aria nella propria casa

La qualità dell’aria che si respira in casa è importante tanto quella che si respira all’esterno, ecco quindi come migliorare e incrementarne la qualità.

respirare bene
Finestra (Unsplash)

Mentre l’inquinamento dell’aria esterna è certamente una preoccupazione, potrebbe essere facile dimenticare che la qualità dell’aria che si respira in casa può essere altrettanto importante. Secondo l’Environmental Protection Agency (EPA), i livelli di inquinanti dell’aria in ambienti interni non solo possono essere fino a 100 volte più alti rispetto agli inquinanti dell’aria esterna, ma potrebbero anche avere un effetto maggiore sulla tua salute.

Gli impatti sulla salute dell’inquinamento dell’aria interna dipendono dal tipo di inquinante presente nell’aria, ma possono includere

  • cancro
  • polmonite
  • asma
  • reazioni allergiche
  • malattie cardiache
  • basso peso alla nascita

Le persone con condizioni respiratorie o cardiache, così come i bambini piccoli e gli anziani, possono anche avere un rischio maggiore di sviluppare alcuni problemi di salute legati alla bassa qualità dell’aria interna. I sintomi respiratori inspiegabili potrebbero offrire un indizio che potrebbe essere il momento di controllare la qualità dell’aria nel tuo spazio vitale. Prendere provvedimenti per migliorare la qualità dell’aria interna può aiutare a ridurre il rischio di sviluppare condizioni di salute e può persino migliorare la qualità della vita.

Ti potrebbe interessare anche >>> Il metodo corretto per lavare e igienizzare i cuscini memory foam

Come migliorare la qualità dell’aria in casa in 8 passaggi

cambiare aria
Finestra aperta (Unsplash)

1. Ridurre le sostanze inquinanti

Un modo importante per mantenere pulita l’aria interna consiste nell’imparare a conoscere le fonti comuni di inquinamento ed evitare di aggiungere inquinanti quando è possibile.

Alcuni inquinanti comuni includono:

  • Radon: un gas radioattivo naturale, può infiltrarsi attraverso le crepe della terra e accumularsi nella tua casa, portando a problemi di salute tra cui il cancro ai polmoni. I kit di test domestici offrono un modo semplice per verificare la presenza di livelli non sicuri di radon nella tua casa.
  • Fumo passivo: ovvero il fumo di sigaretta esalato. Chiunque vi sia esposto può avere un rischio maggiore di sviluppare problemi di salute, compresi alcuni tipi di cancro. Anche il fumo di terza mano, che si trova su superfici come vestiti o mobili che lo assorbono, rappresenta un rischio per la salute. Per ovviare a ciò, un buon punto di partenza è evitare di fumare in casa.
  • Formaldeide: un comune composto organico volatile, o VOC, uno dei tanti gas nocivi emessi a volte da comuni oggetti domestici. Troppa esposizione può causare problemi respiratori, compresa la bronchite.

2. Controllare allergeni

Si trovano comunemente una serie di allergeni e sostanze irritanti in molti spazi interni della casa, tra cui:

  • polvere
  • muffa
  • forfora di animali domestici
  • acari della polvere

Tenere a bada questi allergeni di solito migliora la qualità generale dell’aria nella casa, per non parlare della riduzione delle possibilità di sperimentare sintomi respiratori. Gestire gli allergeni in casa richiede sia prevenzione che manutenzione. Le strategie preventive per controllare gli allergeni includono:

  • spazzolare e fare il bagno al proprio animale regolarmente
  • lavare la biancheria da letto in acqua calda due volte al mese per eliminare gli acari della polvere
  • scegliere cuscini ipoallergenici e materassi impermeabili per tenere fuori gli acari della polvere

3. Usare un purificatore d’aria

Portare un purificatore d’aria in casa è un modo efficace per mantenere l’aria più pulita. Si potrebbe voler optare per un purificatore d’aria con un filtro ad alta efficienza di assorbimento del particolato (HEPA), poiché questi tendono a fare il miglior lavoro di rimozione delle particelle nocive dall’aria. I filtri HEPA possono rimuovere più del 99% delle particelle nocive dall’aria, infatti.

Ti potrebbe interessare anche >>> Come pulire il tavolo di casa con tecniche efficienti e prodotti economici

4. Migliorare la ventilazione

Mantenere il flusso d’aria nella casa offre un modo semplice (e potenzialmente gratuito) per migliorare la qualità dell’aria. Aprire le finestre e le porte per far passare un po’ d’aria esterna è un modo per farlo, a patto che l’aria esterna sia pulita o povera di pollini. Ma l’aria entra in casa attraverso le prese d’aria e i punti deboli come i piccoli spazi intorno alle porte. Anche se non si può fare molto per l’aria che entra attraverso queste aperture, potrebbe essere utile assicurarsi che l’aria che entra nello spazio vitale attraverso gli sfiati non contribuisca al problema. Questo significa:

  • cambiare regolarmente i filtri del sistema di riscaldamento e raffreddamento
  • assicurarsi che i condotti dell’aria siano puliti e non ostruiti, poiché la polvere può accumularsi nel tempo
  • controllare i filtri degli apparecchi che portano aria in casa e cambiarli secondo le istruzioni del produttore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *