Combattere la pesantezza di stomaco: tutto passa per le sane abitudini

Come combattere la pesantezza di stomaco, un disturbo che deriva da abitudini errate: le cause e i rimedi per vivere meglio.

stomaco pieno rimedi
Donna con crampi allo stomaco (Pixabay)

Come combattere la pesantezza di stomaco, un disturbo che deriva da abitudini errate: le cause e i rimedi per vivere meglio. Si tratta di un fastidio che colpisce gran parte della popolazione e che insorge quasi sempre quando si è a tavola. Lo stomaco si gonfia e ci sembra di esplodere, talvolta porta con sé bruciori, nausea ed eruttazioni.

Questa brutta sensazione si prova quasi sempre quando si è a tavola, appena terminato il pasto, ma può insorgere anche in diversi momenti. Le cause sono molteplici, così come i rimedi efficaci per prevenire il disturbo. Tutto, però, incomincia dalle sane abitudine e da uno stile di vita corretto. Come ci dobbiamo comportare in questo caso?

Potrebbe interessarti anche → Cancro alla prostata: un avvertimento arriva da un batterio nell’urina

Cause e rimedi per la pesantezza di stomaco: dipende dal comportamento

gonfiore stomaco pasti cause
Donna con mal di pancia (Pixabay)

Quasi sempre, il senso di pesantezza è dovuto a una dieta scorretta e a un pasto abbondante e ipercalorico. Ma non solo, è stato scoperto che mangiare velocemente, senza prendere fiato, porta a gonfiarsi di più e anche a prendere peso. Provare una sensazione sgradevole di nausea è un sintomo comune. Ciò avviene perché lo stomaco di estende sempre di più e l’aria che attraversa le vie aeree ha meno spazio.

Una cosa simile succede alle donne in stato di gravidanza. Queste soffrono di nausea proprio perché lo spazio dedicato allo stomaco di restringe a seguito dell’estensione dell’utero. In casi più rari, la sensazione di pesantezza deriva dai calcoli alla cistifellea, da pancreatite oppure da ulcera gastrica. Tuttavia, senza scomodare cause gravi, nei casi più comuni, tutto avviene per problemi digestivi a seguito di scorrette abitudini.

Masticare il cibo è fondamentale per evitare gonfiori

Per poter digerire bene, dobbiamo masticare il cibo in modo corretto, ridurlo in pezzetti piccoli. Chi mangia veloce non ha modo di farlo, ed è un errore. Ma una cattiva digestione avviene anche nel caso di ipocloridria. Significa che lo stomaco non produce abbastanza acido cloridrico per lavorare il cibo e assorbire le proteine, rallentando il processo. Chi soffre in maniera frequente di questo disturbo dovrebbe consumare cibi meno grassi e masticare più attentamente.

Ma la pesantezza di stomaco può avvenire anche per altre cause. Ad esempio, per l’infezione da Helicobacter Pylori, che procura gastrite, oppure per intolleranze specifiche. Ma anche a causa dello stress o dell’ulcera peptica. Come comportarsi in caso di pesantezza e di gonfiore?

Bisogna muoversi, magari facendo una bella camminata, che aiuta a digerire correttamente. Ma ci sono anche altri rimedi naturali che possono venire in nostro soccorso. Consumare il finocchio e il sedano crudi, dopo il pasto, fa bene, oppure bere una tisana al finocchio o alla malva. Lo zenzero rilassa le pareti dello stomaco, quindi favorisce la digestione, basta consumarlo sotto forma di tisana. E ancora, bere acqua e limone, o un decotto con bucce di limone.

Potrebbe interessarti anche → Parkinson, sintomi annullati grazie ad un intervento: la bella notizia arriva dalla Gran Bretagna

Prevenire il gonfiore, comunque, è possibile, basta solo rispettare corrette abitudini. Meglio seguire una dieta sana ed evitare carne e formaggi. Meglio consumare formaggi leggeri, come fior di latte o ricotta. Evitare piatti troppo conditi e verdure soffritte. Inoltre, tra le sane abitudini c’è quella di non bere troppo durante i pasti. I liquidi rallentano la digestione, stessa cosa vale per zuppe e minestroni, perciò meglio prediligere verdure cotto a forno o al vapore. Tuttavia, il consiglio migliore in assoluto è quello d masticare attentamente e di mangiare con i giusti tempi, senza strafogarsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *