Bonus vacanze 2022: a chi è rivolto e cosa prevede

Bonus vacanze 2022: a chi è rivolto e cosa prevede; anche quest’estate ci saranno delle finanze per godersi l’estate più liberamente!

Le vacanze si avvicinano e mentre noi già sognamo di noi stessi in riva al mare,arriva qualche bella occasione per Estati educative e con fondi erogati dallo stato. Vediamo insieme questa bella opportunità che ci da’ l’INPS per questa estate.

Ti potrebbe interessare anche->Per capelli secchi e intrattabili, il trucco beauty che risolverà tutto

Bonus vacanze 2022, a chi è rivolto e cosa prevede

Bonus vacanze 2022
Donna in vacanza (Pixabay)

Anche quest’anno si va in vacanza. E’ tempo di pensarci, d’altra parte: ormai aprile è alle porte, maggio è l’ultimo mese prima che il tempo si faccia ormai dichiaratamente estivo e che ci consegni finalmente alle nostre tanto sospirate vacanze. Lo stato prevede da anni modi sempre vari per sostenere il riposo nei mesi di ferie. Gli anni scorsi per incentivare il recupero dell’economia era stato lanciato il tanto chiacchierato bonus vacanze per tentare di far circolare nuovamente l’economia del paese. Il bonus vacanze poteva esser speso presso alcune strutture ricettive apposite sparse per tutta Italia.

Ti potrebbe interessare anche->Uomini, avere gli addominali non è mission impossible

Quest’anno invece l’iniziativa si rivolge agli studenti giovanissimi e ai disabili e i fondi sono erogati dall Inps. Il bando si rivolge agli studenti di medie ed elementari, superiori in caso di disabilità e prevedere l’erogazione di seicento euro per i periodi più brevi fino a mille euro invece per i periodi di soggiorno più lunghi. I periodi minimi coperti sono cinque notti e sei giorni, mentre i più lunghi concessi quattordici notti e quindici giorni.

Durante il periodo di soggiorno, saranno previste tutte le attività che possano rendere costruttivo un soggiorno: corsi di musica, corsi di lingua, attività ecologiche, trekking, e tutto ciò che attiene all’educazione. Particolare importanza sarà riconosciuta anche alle attività sportive in collaborazione col coni.

La domanda andava presentata entro il ventitrè del corrente mese, ma valeva la pena di parlare di iniziative come queste, che cercano di assicurare quanto più possibile l’inclusione totale dell’intera comunità, rivolgendosi anche a fette di popolazione solitamente poco considerate, come studenti in giovane età e disabili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *