Perché assumere malva in gravidanza comporta benessere fisico e mentale

Consumare malva durante i mesi di gravidanza è una buona abitudine per combattere tanti fastidi e ricevere benessere fisico e mentale: un ingrediente alleato delle donne.

decotto malva benefici gravidanza
Donna in stato di gravidanza (Unsplash)

Consumare malva durante i mesi di gravidanza è una buona abitudine per combattere tanti fastidi e ricevere benessere fisico e mentale: un ingrediente alleato delle donne. I rimedi naturali sono i migliori in assoluto, tuttavia, in specifici momenti della vita, bisogna stare attenti anche a questi. È il caso delle donne in gravidanza, le quali dovrebbero fare attenzione a ogni singolo ingrediente che consumano o che applicano sul corpo, anche se naturale.

Secondo recenti studi, però, la malva è uno degli ingredienti naturali capace di dare grande benessere anche durante questa delicata fase. Insomma, la malva è un ingrediente alleato delle donne in dolce attesa, anche se deve essere utilizzato in modo corretto, rispettando le dosi consigliate, senza esagerare per evitare effetti negativi. Scopriamo tutti i benefici che la malva comporta, sia a livello psicologico che fisico.

Potrebbe interessarti anche → Tisane in gravidanza: ecco quali scegliere e quali invece bisogna evitare

Il segreto del benessere: la malva fa bene alle donne in gravidanza

malva rimedio naturale disturbi
Ragazza con una calda tisana (Unsplash)

La malva è una pianta dalle molteplici funzionalità e proprietà. Prima di tutto, occorre sapere che questa è considerata un antinfiammatorio naturale, è un lassativo e diuretico, e ha effetto emolliente ed espettorante. Eccellente se consumata in decotto per alleviare i problemi dell’intestino. Questa ha effetto sfiammante e, grazie alle sue capacità, aiuta a combattere la stipsi e a depurare i reni, favorendo il deflusso dei liquidi.

Si usa spesso per contrastare i sintomi influenzali, specialmente tosse catarro e raffreddore. Inoltre, la malva riesce a sgonfiare afte e gengive gonfie. Per risolvere i fastidi del cavo orale è davvero un ingrediente eccellente. Consumata durante la gravidanza comporta grande benessere come mai? Per prima cosa, bisogna sottolineare che non andrebbe usata per i primi tre mesi, ma dal quarto mese di gravidanza in poi.

Una gustosa e calda tisana è ciò che ci vuole per rilassare le donne in dolce attesa. Tra l’altro, una tazza di malva dona grande energia e perciò combatte i sintomi della stanchezza dovuti al peso del pancione. Inoltre aiuta a conciliare il sonno e a riposare bene, rilassando la muscolatura e anche la mente. In commercio esistono anche le compresse alla malva, da assumere al posto del decotto.

Potrebbe interessarti anche → Spezie in gravidanza: quelle permesse e quelle che sarebbe meglio evitare

Il consiglio è quello di chiedere sempre consiglio al proprio medico prima dell’assunzione, sia per quanto riguarda il decotto sia per le compresse. Tuttavia, infusi e decotti sono il modo migliore e più sicuro per beneficiare delle proprietà della pianta. Una o due tazze al giorno è la dose quotidiana da consumare, senza esagerare. Inserire la tisana alla malva nella propria dieta, anche per le donne non incinta, è un ottima abitudine per restare in salute e per godere pienamente del potere della natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *