Scrupolosità morale: un disturbo ossessivo compulsivo

Se vi sentite eccessivamente in colpa e preoccupati per il  modo nel quale vi comportate, potreste soffrire di scrupolosità morale. Ecco cos’è

Psicologo (Pexels)
Psicologo (Pexels)

Ad alcune persone capita di sentirsi eccessivamente preoccupate ed essere in costante apprensione per paura di sbagliare. Fanno particolarmente caso a non andare contro ai propri principi etici, morali e religiosi. Provare questo stato d’animo se esasperato, non è salutare e potrebbe rientrare nella categoria dei disturbi ossessivi compulsivi, ovvero la scrupolosità  morale.

Chi soffre di questo disturbo si sentirà fortemente in colpa anche solo per aver fatto un pensiero “sbagliato” tentando in tutti i modi di porvi rimedio. Avranno anche una costante paura di scoprire di non essere così integerrimi. Scopriamo di più su chi soffre di scrupolosità morale, cos’è e come si manifesta.

Potrebbe interessarti anche: Il disturbo ossessivo compulsivo: quando manie, fissazioni e rituali dominano la nostra vita.

Cos’è la scrupolosità morale?

Chiedere scusa (Pexels)
Chiedere scusa (Pexels)

La scrupolosità morale porta una persona ad essere eccessivamente preoccupata per le sue azioni, vivendo in uno stato di ansia, avendo la paura che possa andare contro i propri principi. Si teme si possa  intaccare ciò che riguardano l’etica, la religione e la morale.

Rientra nei disturbi ossessivo compulsivi. Chi ne soffre convive con frustrazioni che si trasformano in patologiche dato l’eccessivo senso di malessere per il terrore di aver sbagliato, o anche solo aver pensato qualcosa che secondo la propria logica vada contro ciò che si crede.

Potrebbe interessarti anche: Disposofobia, un disturbo compulsivo che fa accumulare oggetti fino a rendere la casa invivibile

Uno dei principali comportamenti manifestati è il senso di colpa, per il quale, pur di sentirsi in pace, si cercherà continuamente di porre rimedio. Si ha paura che le proprie azioni possano in qualche modo lesionare chi si ha intorno, così si avrà un ossessione per il controllo di ciò che si dice o si pensa per far si che ciò non accada.

I maggiori pensieri che attanagliano la mente di chi è affetto da scrupolosità morale sono ad esempio di non essere troppo buoni o cattivi, paura di andare contro le regole finendo nei guai. Ma anche non essere accettati dalle altre persone, o sono preoccupati di non riuscire ad essere sinceri al 100%.

Chi ha questo disturbo, può manifestarlo come chi soffre di altri disturbi ossessivo compulsivo come il bisogno di avere controllo su ogni cosa della propria vita, così come per e relazioni personali. Si è ossessionati dall’igiene e dalla pulizia. O ancora talmente grande la paura che accada qualcosa di terribile che si hanno attacchi di panico.

Altri sintomi

Altri sintomi manifestati potrebbero essere avere il timore di discriminare senza volerlo altre persone, avere un comportamento giusto ed etico solo per il proprio interesse, così da essere certi di non sbagliare e non perché si vuole dare una mano. Dire bugie anche se non intenzionalmente.

Infatti le persone che soffrono di questo disturbo potrebbero avere dei comportamenti non perché spinti dal buon senso civico o dal voler davvero essere “buoni”, ma solo per provare un senso di pace, essere certi di non mentire o di comportarsi male.

Potrebbe interessarti anche: Fluoxetina: farmaco per trattare la depressione e il disturbo ossessivo-compulsivo

Infine si prova difficoltà nel prendere decisioni, in quanto non si sa se la scelta presa potrebbe essere giusta o meno, o si ripete spesso la stessa cosa così da avere la certezza di essere stati chiari e non bugiardi con l’altra persona. Se si soffre di questo disturbo, l’aiuto di uno specialista potrà sicuramente migliorare la situazione, trovando il giusto modo per approcciarsi al problema e migliorare lo stile di vita del paziente.

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *