Melatonina: cosa succede al corpo quando la si prende ogni sera

La melatonina è il rimedio più comune che aiuta a dormire bene la notte, ma cosa succede quando la si prende ogni sera? Parla l’esperto.

prendere la melatonina per dormire
Dormire bene la notte (Unsplash)

I problemi di insonnia negli ultimi anni sono aumentati a dismisura a causa dei fattori ambientali e dello stile di vita frenetico e sempre attivo. Questo ha fatto si che la domanda di integratori per il sonno sia aumentata. La melatonina in particolare è una delle opzioni più popolari vendute in tutto il mondo. Una nuova ricerca ha dimostrato che l’uso di integratori di melatonina è quadruplicato tra il 1999 e il 2018.

Non c’è dubbio che si abbiano bisogno di aiuti importanti per riuscire a raggiungere una buona qualità del sonno. Ma la melatonina è davvero l’opzione migliore da assumere ogni sera? Medici e ed esperti del sonno si sono espressi a riguardo e sconsigliano l’assunzione notturna di melatonina e consigliano invece di migliorare il sonno.

Ti potrebbe interessare anche >>> Da cosa dipende la carenza di melatonina e cosa ne consegue

Perché assumere la melatonina ogni sera non fa bene all’organismo

melatonina per dormire
Riuscire a dormire (Pexels)

La melatonina è un ormone che la ghiandola pineale secerne per comunicare all’organismo che è arrivato il momento di rilassarsi per dormire. La quantità di melatonina prodotta dipende da una serie di fattori, il più importante dei quali è l’esposizione alla luce. I livelli di melatonina aumentano di solito dopo il tramonto e diminuiscono al sorgere del sole al mattino, aiutando il corpo a svegliarsi. Le persone che utilizzano luci intense (come quelle prodotte dalla tv o dal telefono) durante la notte, o che devono rimanere sveglie la sera per lavoro o per viaggiare, potrebbero scoprire che i loro livelli di melatonina sono sballati. Questo causa una sensazione di veglia quando dovrebbero dormire.

È qui che entrano in gioco gli integratori di melatonina. La melatonina è davvero utile per regolare il ciclo del sonno. L’aumento dei livelli di melatonina attraverso l’integrazione può essere utile per correggere un’interruzione temporanea del ciclo sonno-veglia. Tuttavia, una volta ripristinato il ritmo del sonno, è meglio interrompere l’assunzione dell’ormone, poiché il consumo notturno di melatonina, soprattutto in dosi elevate, è sconsigliato.

Ti potrebbe interessare anche >>> Insonnia: una determinata vitamina influisce sulla qualità del sonno

Per correggere un disturbo del sonno a breve termine, gli esperti del sonno raccomandano di assumere non più di 0,5-1 milligrammo di melatonina alla volta. Mentre l’uso a breve termine della melatonina è considerato sicuro per la maggior parte delle persone, ci sono poche ricerche che dimostrano la sua efficacia nel favorire il sonno a lungo termine. Oltre a essere inefficace, l’assunzione di melatonina ogni notte può essere infatti dannosa. Essa può influire negativamente sulla funzione di altri ormoni, come gli estrogeni e l’ormone della crescita maschile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *