Reflusso esofageo: puoi combatterlo con questi rimedi naturali

Il reflusso gastroesofageo è un disturbo molto comune, che però si può combattere con questi semplici rimedi naturali. Scopriamoli insieme.

sintomo digestione
Reflusso gastroesofageo (Pinterest -ambientebio.it)

Il reflusso gastroesofageo ha luogo tra lo stomaco e l’esofago ed è causato dalla valvola che si trova nel mezzo, la quale si può allentare provocando il passaggio del contenuto gastrico verso le pareti dell’esofago, causando di conseguenza il reflusso acido.

Di solito ciò si manifesta dopo i pasti, ma quando la situazione diventa cronica si fa più persistente e possono insorgere diversi sintomi, come ad esempio il rigurgito di acido in bocca, problemi digestivi, nausea, dolore al torace, sensazione di nodo in gola, bruciore, difficoltà a deglutire e nel peggiore dei casi laringite cronica, abbassamento della voce e raucedine.

Le cause dell’allentamento di questa valvola possono essere diverse, ma fortunatamente è possibile porre fine a questo disturbo grazie ad alcuni rimedi naturali. Scopriamoli insieme.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE —> Per risolvere il reflusso gastro esofageo basta prendere un solo cucchiaio di aceto

Puoi attenuare il reflusso gastroesofageo con questi rimedi naturali

cattiva digestione
Problemi di reflusso gastroesofageo (Adobe Stock)

I sintomi che più di tutti connotano il reflusso gastroesofageo sono bruciore intenso dietro lo sterno e rigurgito acido. Si tratta di condizioni che influiscono negativamente sul sonno e infastidiscono l’organismo. Di solito quando si presentano questi sintomi ci rivolgiamo al farmacista nella speranza di ottenere la medicina più efficace, ma questo non è necessario se adottiamo questi rimedi naturali.

Il Ministero della salute ha infatti riconosciuto ad alcuni botanicals proprietà lenitive ed emollienti nei confronti dell’apparato digerente, quali ad esempio la radice di liquirizia, che si può utilizzare sotto forma di estratto liquido oppure in infusione. Anche le foglie, i fiori e le radici dell’altea comune, essendo una ricca fonte di mucillagini, hanno un’azione lenitiva ed emolliente.

Sempre della stessa famiglia è la malva, anch’essa ricca di proprietà emollienti e lenitive per l’apparato digerente, oltre a essere un’importante fonte di mucillagini. Altra pianta che si può utilizzare è la piantaggine, in grado di lenire la mucosa orofaringea. Stessa azione lenitiva ed emolliente è conferita al succo estratto dalle foglie di Aloe vera.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE —> Reflusso gastroesofageo: cause, sintomi, cura e prevenzione

Oltre a questi rimedi naturali, possono essere utili alcuni accorgimenti in grado di migliorare lo stile di vita. Ad esempio, se hai la dipendenza da nicotina cerca di smettere di fumare oppure dormi con busto e testa rialzati o ancora assumi una corretta postura durante la giornata e infine evita di consumare pasti abbondanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *