La differenza tra semi neri e semi bianchi nel cocomero

Frutto simbolo dell’estate, il cocomero è una vera delizia, così gustoso e ricco di acqua, ideale per affrontare l’afa, ma conoscete la differenza tra semi neri e bianchi al suo interno?

semi anguria
Ragazza che mangia una fetta di cocomero (Pixabay)

Frutto simbolo dell’estate, il cocomero è una vera delizia, così gustoso e ricco di acqua, ideale per affrontare l’afa, ma conoscete la differenza tra semi neri e bianchi al suo interno? Di angurie ne esistono tantissime varietà, che hanno dimensioni e colori diversi, a volte cambia persino il sapore. Tutte, o quasi, contengono semi. Questi sono neri e bianchi. Come mai?

In realtà, oggi si trovano sempre più spesso cocomeri privi di semi, varietà create artificialmente per ovviare al problema dei semini. Ora, l’Università del Missouri, negli Stati Uniti, ha condotto studio approfondito sul frutto, scoprendo persino le sue origini.

Potrebbe interessarti anche → Melone cornuto: gli incredibili benefici di questo frutto poco conosciuto

I semi all’interno dell’anguria: perché alcuni sono neri e altri bianchi?

semi neri bianchi anguria
Fette di anguria con semini bianchi (Pixabay)

Pensate che questo meraviglioso frutto originariamente veniva coltivato in Africa meridionale, ben 5 mila anni fa, ed era di colore bianco. Era un cocomero pienissimo di acqua e dal sapore leggero, più che altro lascia un gradevole retrogusto. I popoli della zona lo usavano per reidratare il corpo e per combattere il caldo africano.

Esportato in Egitto, poi in Europa, il cocomero ha raggiunto prima l’Asia e, infine, le Americhe. Nel corso dei secoli ,però, questo frutto è stato incrociato innumerevoli volte, prendendo gusto e colore rosato. Tuttavia, una caratteristica comune sin dall’antichità e che accomuna ogni varietà di anguria, sono i semi al suo interno.

Questi son di due colori: bianchi e neri. Da cosa dipende? Qual è la differenza tra i due? Secondo il National Watermelon Promotion Board, tutto dipende dalla maturità. I semini bianchi, infatti, indicherebbero involucri vuoti atti ad ospitare i futuri semi neri, ossia quelli maturi. I semi bianchi non a caso, sono teneri, una specie di pelle trasparente, ossia piante non sviluppate.

Potrebbe interessarti anche→ Se vedi questa crepa all’interno dell’anguria devi fare attenzione, il motivo

Consumare semi di anguria fa bene o male? Quasi tutti li scansano o li sputano. Non sono proprio gradevoli al palato. In realtà, questi son ricchi di proteine, aminoacidi, minerai e vitamine del gruppo B. Per evitare di gettarli via, sprecando le loro proprietà, possiamo recuperarli e tostarli. È un ottimo modo per consumarli, rendendoli più piacevoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *