Avvelenamento da sole: cosa è, sintomi e trattamento

L’avvelenamento da sole è una scottatura grave che avviene a causa dell’esposizione solare, ecco i sintomi e come trattarla.

Prendere il sole
Prendere il sole (Unsplash)

L’avvelenamento da sole è una grave scottatura che sembra simile a una reazione allergica. All’inizio si presenta come quella familiare sensazione che si associa alla scottatura solare media, ovvero la spalla o la coscia arrossata che diventa momentaneamente bianca quando si preme un dito su di essa. Ma dopo qualche ora le cose peggiorano drasticamente.

Anche se l’avvelenamento da sole non è un termine medico formale, se ne sente parlare spesso. Spesso assomiglia ad un virus influenzale o a una reazione allergica. Di conseguenza, ci si può ritrovare a letto tremanti con mal di testa, febbre e brividi, il tutto accompagnato dal rossore, dal dolore e dalla sensibilità di una macchia di pelle bruciata dal sole. L’avvelenamento da sole può causare una serie di sintomi (a seconda della gravità). Questi possono includere:

  • Forte eruzione cutanea
  • Vesciche o desquamazione della pelle
  • Nausea
  • Disidratazione
  • Vertigini
  • Confusione
  • Respiro corto
  • Svenimento
  • Formazione di vesciche sulle labbra.

Ti potrebbe interessare anche >>> Esposizione prolungata al sole? Alcuni metodi per evitare di scottarsi

Come curare l’avvelenamento da sole

bruciatura solare
Abbronzarsi (Pexels)

Quando si soffre di avvelenamento da sole, in realtà non si è avvelenati dai raggi ultravioletti. Quello che si prova è un dolore intenso causato dall’esposizione solare. L’intossicazione solare può durare settimane, a seconda della gravità dell’ustione. Se ci si gratta o ci si scotta, si corre il rischio di contrarre un’infezione. Se si nota un’emorragia o una trasudazione, è necessario rivolgersi immediatamente al medico perché potrebbe essere un segno di infezione.

Il trattamento per questo tipo di ustione comprendere:

  • Bagni o impacchi freddi
  • Creme steroidee
  • Steroidi orali
  • Farmaci antidolorifici prescritti
  • Antibiotici topici
  • Fluidi per via endovenosa in caso di disidratazione
  • Fatti sull’avvelenamento da sole

Ti potrebbe interessare anche >>> Tatuaggio in estate: come proteggerlo da sale, cloro e sole

Le cause dell’avvelenamento da sole sono molteplici e in alcuni casi non sono note. È più probabile si verifichi in persone che hanno la pelle chiara, se si ha una storia familiare di cancro della pelle o se si vive vicino all’equatore. Tuttavia, soprattutto in estate è bene usare la protezione solare con SPF di almeno 30.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.