Multa se lavi l’auto, è vietato? Cosa dice la normativa

Si vocifera si multa se lavi l’auto, a causa della emergenza idrica in corso in svariate zone del nostro Paese. Come stanno le cose.

Un'auto nel corso di un lavaggio
Un’auto nel corso di un lavaggio (Pixabay)

Multa se lavi l’auto, cosa c’è di vero? Nel corso degli ultimi giorni sta circolando sui social network questa notizia, che sta creando vero e proprio sbigottimento in non pochi utenti. Ma la cosa corrisponde a verità? Come spesso accade in situazioni come questa, in ben pochi pensano a verificare la veridicità della news e ad effettuare dei controlli sulla attendibilità delle fonti.

Ed i social network sono la cassa di risonanza ideale per fake news, complotti, pensieri sballati e quant’altro. Con alcune menti che possono risultare fin troppo facilmente manipolabili. Invece occorrerebbe fare ricorso al proprio senso di giudizio e non lasciarsi sopraffare da aggiornamenti che, riflettendoci un po’ sopra, potremo facilmente renderci conto che non possono corrispondere al vero. Come nel caso della multa se lavi l’auto.

Questa voce è iniziata a circolare a seguito della grave emergenza idrica che da giorni e giorni ha colpito l’Italia. Cosa per la quale il Governo ha in programma delle riunioni apposite messe in agenda allo scopo di trovare delle soluzioni tamponi. Il livello del Po è ai minimi storici come non si osservava da oltre settant’anni, con una misura inferiore di più di tre metri e mezzo rispetto al livello consueto.

Potrebbe interessarti anche: Come ridurre il consumo di acqua: i consigli contro gli sprechi

Multa se lavi l’auto, la normativa in area privata

Un uomo mentre lava l'auto
Un uomo mentre lava l’auto (Pixabay)

La verità riguardo a questa faccenda del non lavare l’auto sta nel mezzo. Ci sono alcune amministrazioni comunali che, in particolar modo nelle zone più colpite dalla siccità in Italia, consigliano di limitare l’uso di acqua solamente agli impieghi necessari. Ad esempio ci sono situazioni per le quali in dei Comuni alcuni sindaci hanno vietato di riempire le piscine.

Potrebbe interessarti anche: Irrigare l’orto con l’acqua piovana: come raccoglierla e cosa fare

Non sono previste però delle multe. Si tratta invece solamente di consigli virtuosi allo scopo di riservare le disponibilità di acqua in dotazione ai vari Comuni solamente a quelle necessità ritenute prioritarie. In questo modo si farà del bene all’ambiente e si eviteranno sprechi.

Potrebbe interessarti anche: Bolletta dell’acqua, sprechi ed aumenti da paura: qui si paga di più

Sarà possibile procedere con il lavaggio del proprio veicolo ed anche con l’innaffiare il giardino ovviamente in caso di necessità. Ci sono comunque notizie di possibili sanzioni per chi trasgredisce le indicazioni sulle limitazioni di uso dell’acqua disposte eventualmente dal proprio Comune di residenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *