Puntini rossi: come capire se segnalano una grave infezione

Puntini rossi: quando è il caso di allarmarsi e tutti i casi in cui è possibile che siano il sintomo di qualche grave infezione.

Puntini rossi
Puntini rossi (pexels)

Spesso i puntini rossi sono delle semplici rotture di capillari sanguigni che provocano un rossore cutaneo. Niente di preoccupante, eccetto in alcuni casi particolari in cui potrebbero essere il sintomo di qualche grave infezione o processo infiammatorio.

Puntini rossi: quando preoccuparsi, potrebbero essere sintomo di infezione

Molti di noi hanno scoperto un’emorragia sotto la pelle sotto forma di macchie o chiazze rosse, violacee o nerastre. In gergo medico sono chiamate “petecchie” e sono quasi sempre causate da una rottura dei capillari.

Eruzione cutanea
Eruzione cutanea (Adobe Stock)

Questa eruzione cutanea, sotto forma di puntini rossi o piccole macchie rossastre che non scompaiono quando la pelle viene stirata, non è tipica della meningite, ma di altre infezioni virali. Suggeriscono lo sviluppo di una meningite batterica o di una sepsi. Imparare a riconoscere questi e altri sintomi può aiutare a ricevere rapidamente il trattamento giusto.

L’eruzione cutanea sotto forma di puntini rossi o piccole macchie rossastre che non scompaiono quando la pelle viene stirata non è tipica della meningite, ma di altre infezioni virali. Ma suggeriscono lo sviluppo di una meningite batterica o di una sepsi. Imparare a riconoscere questi e altri sintomi può aiutare a ricevere rapidamente il trattamento giusto.

Spesso compaiono a grappoli e possono assomigliare a un’eruzione cutanea, ma la loro formazione non è dolorosa, né pruriginosa, né provoca alcuna sensazione cutanea. Con il tempo, possono cambiare colore da rosso a viola scuro.

Potrebbe interessarti anche: Puntini rossi sulla lingua: sintomi e cause

Casi allarmanti

In linea di massima, non c’è motivo di preoccuparsi perché le petecchie sono benigne e di solito scompaiono da sole. Si tratta di qualcosa di assolutamente normale che può verificarsi per cause diverse, come la puntura di un insetto o di una zecca o di un altro animale, la puntura di un ago o di uno spillo o come conseguenza di allergie, anemia, lesioni o scottature. Un’altra delle cause più frequenti è che compaiono in seguito a uno sforzo intenso o alla tosse.

Tuttavia, se nessuna delle opzioni precedenti è associata alla comparsa di questi puntini rossi, dietro di essi potrebbe esserci un disturbo importante, motivo per cui è consigliabile sottoporli all’attenzione di un medico.

Le petecchie possono anche essere un sintomo di un’infezione come la meningite batterica, che danneggia le membrane che ricoprono il cervello e il midollo spinale, anche se non è il sintomo più comune.

Potrebbe interessarti anche: Puntini rossi sul corpo: da cosa dipendono e come risolverli

La presentazione della malattia meningococcica può essere molto varia ed è difficile differenziarla da altre comuni malattie virali, soprattutto nelle fasi iniziali. Questo perché, come sottolinea il dottor Pablo Irima Siera, specialista in Neurologia presso la Clínica Universitaria de Navarra (CUN), i primi sintomi della meningite possono essere aspecifici e possono essere confusi con quelli che possono presentarsi all’inizio di un’influenza, ad esempio malessere generale, febbre.

Tuttavia, la comparsa di un mal di testa intenso, diverso dal solito, vomito “a raffica” e rigidità dei muscoli del collo dovrebbero metterci in guardia sul fatto che potrebbe trattarsi di meningite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *