Potatura estiva, questione di attimi: le piante da potare nel mese di luglio

La potatura è una pratica molto importante per la salute delle piante e deve essere fatta non solo nel modo giusto ma anche nel momento adatto. Quali sono le piante da potare a luglio?

piante potare estate
Potatura glicine (Pixabay)

La potatura è una pratica molto importante per la salute delle piante e deve essere fatta non solo nel modo giusto ma anche nel momento adatto. Quali sono le piante da potare in estate, a luglio? Si tratta di un processo in cui si tagliano tutti i rami che non sono buoni, ad esempio i rami secchi e vecchi.

La potatura è utile sia dal punto di vista estetico, per rendere la pianta bella e ordinata, ma anche per accelerarne lo sviluppo e la produttività, nel caso di piante da frutto. Inoltre, tagliando le parti malate, si evita che la pianta si infetti e sia assalita da virus e che quindi muoia.

Potrebbe interessarti anche → Curare le punture di zanzara in modo naturale: tecniche green a costo zero

L’importanza della potatura estiva, nel mese di luglio

potatura luglio piante
Forbici da giardino (Pixabay)

Le potature possono essere di due tipi diversi, di formazione e di produzione. Quest’ultima tipologia fa riferimento al processo di potatura adatto agli alberi da frutta. Le potature devono seguire le tecniche giuste e un calendario preciso, non è il caso infatti di potare le piante in periodi poco adatti.

Se, ad esempio, potiamo una pianta prima della sua fioritura o prima della produzione di frutti, questa non produrrà fiori e frutti e sarà indebolita. È necessario, prima di tutto, seguire la morfologia della pianta. Gli alberi possono avere rami con gemme a fiore, cioè dove si svilupperanno i frutti.

Ci sono poi le gemme a legno, dove invece cresceranno le foglie. Infine, ci sono i rami che hanno sia fiori che foglie. Questi sono considerati i più fruttiferi e quindi non si devono tagliare. Ad ogni modo, è necessario lasciare abbastanza gemme per far crescere abbastanza frutti.

In estate piena, a luglio, vanno tagliate tutte le piante che hanno già dato i loro frutti. Stiamo parlando quindi dell’albicocco, il lampone, il limone e il ribes. Quindi, vanno tagliati tutti i rami che hanno portato i frutti. Un’altra pianta da potare in estate è il glicine, una varietà che tende ad espandersi molto.

Potrebbe interessarti anche → Come coltivare l’albero di Giada in casa: le esigenze della pianta da rispettare

Una potatura estiva a queste piante citate serve a sfoltire e a stimolare la fioritura successiva. Per il glicine, in particolare, si può affrontare la potatura sia a luglio che nel mesi di agosto. Anche le rose si possono potare a luglio, anche se di solito la oro potatura avviene tra gennaio e marzo. In quest’ultimo caso, però, si taglia solo poco la cima della pianta. Questa tecnica si chiama cimatura e permette di avere una fioritura più intensa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *