Miglior tonno in scatola, le marche più sicure da acquistare

Ci sono dei prodotti con una concentrazione di metalli pesanti ritenuta sotto controllo. Qual è il miglior tonno in scatola in tal senso.

Diversi tipi di tonno e le loro confezioni
Diversi tipi di tonno e le loro confezioni (Pixabay)

Miglior tonno in scatola, qual è quello più consigliato? Sono tanti i prodotti presenti sul mercato, dalle tipologie più disparate e che possiamo acquistare praticamente ovunque. C’è quello classico, quello speziato, quello venduto senza olio, e nella maggior parte dei casi il prezzo è molto spesso economico ed alla portata di tutti.

Sia il miglior tonno in scatola che quello che non occupa le prime posizioni in fatto di qualità hanno come comun denominatore il fattore comodità. Nel senso che è possibile prepararne in qualsiasi momento della giornata, adattando questa pietanza per la realizzazione di qualsiasi piatto.

Il tonno può essere impiegato per primi o per secondi piatti, oppure da gustare dentro ad un bel panino fresco, in accoppiata con pomodorini ed insalata magari, o con la mozzarella. Vediamo qual è il miglior tonno in scatola in base ai parametri sulla sicurezza. Alcuni prodotti infatti hanno dimostrato di avere un contenuto in eccesso di mercurio.

Potrebbe interessarti anche: Quanto tonno in scatola mangiare, la quantità che fa bene alla salute

Miglior tonno in scatola: ingredienti, prezzo ed altri fattori che fanno la differenza

Del tonno inscatolato
Del tonno inscatolato (Pixabay)

La presenza di metalli pesanti nel cibo può avere dei risvolti spiacevoli per la salute. Come spesso fa, altroconsumo ha provveduto anche in questo caso a stilare una classifica di qualità, analizzando 24 marche di tonno inscatolato presente nei supermercati e nei negozi di alimentari del nostro Paese.

Potrebbe interessarti anche: Come consumare il tonno inscatolato nel modo giusto

I fattori presi in disamina sono il prezzo, la qualità del pesce, le proprietà nutrizionali, il contenuto di sali aggiunti, la freschezza della carne, la presenza di sostanze estranee, la chiarezza nelle informazioni in etichetta ed anche altri aspetti. E ne è venuta fuori la seguente graduatoria, in ordine discendente di qualità generale:

  • As do Mar trancio intero (prezzo medio di 5,39 €);
  • As do Mar all’olio d’oliva (prezzo medio 4,13 €);
  • Selex all’olio di oliva (prezzo medio 2,55 €);
  • Callipo all’olio di oliva (prezzo medio 4,10 €);
  • Fratelli Carli all’olio di oliva (prezzo medio 3,40 €);
  • Rio Mare all’olio di oliva pescato a canna (prezzo medio 5,00 € );
  • Consorcio in olio di oliva (prezzo medio 7,40 € );
  • Conad Piacersi leggero in una goccia di olio di oliva (prezzo medio 3,71 €);
  • Nostromo all’olio di oliva (prezzo medio 3,20 €);
  • Angelo Parodi in olio di oliva (prezzo medio 4,25 €);
  • Rio Mare all’olio di oliva (prezzo medio: 4,92 €);
  • Nostromo basso in sale all’olio evo (prezzo medio 3,45 €);

Potrebbe interessarti anche: Mangiare tonno crudo è rischioso? Cerchiamo di capirlo

Seguono poi altre marche che hanno ottenuto un punteggio definito sufficiente, ma comunque consigliate:

  • Nixe di Lidl (prezzo medio 1,99 €);
  • Mareblu Leggero (prezzo medio 2,82 €);
  • Mareblu Vero sapore (prezzo medio 3,93 €);
  • Carrefour a pinne gialle (prezzo medio 3,17 €);
  • Pescantina all’olio evo (prezzo medio 4,30 €);
  • Maruzzella in olio di oliva – maggiore contenuto di mercurio (prezzo medio3,24 €);
  • Athena di Eurospin (prezzo medio 0,69 €);

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *