Vacanze al mare, attenzione al colpo di calore nei bambini, i campanelli d’allarme

Tempo di vacanze al mare, ma basto poco per trasformarle in momenti di tensione: attenzione ai sintomi di un colpo calore nei bambini.

colpo calore bambino sintomi
Famiglia in vacanza (Pixabay)

Tempo di vacanze al mare, ma basto poco per trasformarle in momenti di tensione: attenzione ai sintomi di un colpo calore nei bambini. Questi sono particolarmente soggetti, non solo perché fragili, ma anche perché iperattivi, giocano e corrono per tutta la spiaggia, ed ecco che ne pagano le conseguenze. Quanto le temperature sono troppo elevate, bisogna ricorrere a ripari e prendere i dovuti accorgimenti.

I bimbi sono soggetti a rischio, il sole cocente, oppure l’elevato tasso di umidità, ne mettono a rischio la salute. Il malore può avvenire ovunque, non solo in spiaggia, ma anche in ambienti chiusi, poco arieggiati, o ancora in automobile, durante il viaggio. Per questo motivo, si consiglia sempre di partire per le vacanze nelle ore più fresche della giornata.

Potrebbe interessarti anche → Vitamina D: il trucco della nutrizionista per soddisfare il fabbisogno giornaliero

Prevenire i colpi di calore nel bambino e interpretarne i sintomi

prevenire colpo calore bambini
Mamma con il suo bambino (Pixabay)

Quando si viaggia, specie in estate, con il caldo torrido, occorre sempre portare con sé delle bottiglie di acqua. Se si aziona l’aria condizionata in macchina, meglio stare attenti a direzionarla bene, senza puntarla contro il bimbo, ed evitare repentini sbalzi termici. Le stesse regole, ovviamente, devono essere applicate anche in casa o dove si alloggia per le vacanze.

Occorre cambiare aria agli ambienti, aprendo tutto, specie nelle ore serali. La deumidificazione è importante, così sono importanti i vestiti. Bisogna vestire il bambini con indumenti in lino o in cotone, possibilmente di colore chiaro. Il colore chiaro, infatti, devia i raggi solari, mentre i colori scuri li attraggono. Se il bambino è troppo piccolo, meglio non esporlo mai direttamente ai raggi del sole.

Bisogna fargli indossare un cappellino e degli occhiali da sole. La crema protettiva deve essere applicata in ogni area del corpo. Una buona abitudine per prevenire i colpi di calore è bagnare spesso la testa con acqua fresca. Meglio evitare di dare ai bambini bevande zuccherate, ma solo acqua o succhi di frutta puri. Frutta e verdura sono essenziali per la sua alimentazione, poiché sono cibi che idratano e proteggono dal caldo.

Potrebbe interessarti anche → L’infarto si può riconoscere dai piedi: ecco cosa succede

Ma i colpi di calore sono subdoli, possono colpire in ogni momento, anche in modo inaspettato. I sintomi generali sono irritabilità, crisi di pianto, mal di testa, febbre, crampi muscolari, nausea.In ta caso, che cosa bisogna fare? Sicuramente lasciare il bambino all’ombra, nel caso in cui dovessimo trovarci al mare, e bagnare la testa con acqua fresca. Infine, contattare un medico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *