Basilico: come riprodurre la pianta con il metodo del bastoncino

Il basilico è molto importante d’estate, è utile ad aromatizzare molti piatti: ecco come riprodurre la pianta con il metodo del bastoncino. 

basilico metodo bastoncino
Basilico (Unspalsh)

Il basilico è una pianta estiva molto comune, poiché è davvero molto semplice tenerlo e curarlo. Inoltre è possibile anche riprodurlo partendo da una singola piantina e avere così tante piante di basilico che profumano il proprio balcone. Il suo aroma si sposa benissimo con tantissimi piatti in cucina.

Un metodo semplice per riprodurlo è attraverso il metodo del bastoncino. Per farlo bisogna ricavare piccole talee dalla pianta madre. Le talee sono porzioni di ramo da far radicare. Non tutte sono fatte per mettere radici e chi si occupa di giardinaggio tende a scegliere dei germogli ascellari. Ovvero getti che tendono a formarsi tra lo stelo principale e il ramo della pianta. Tutto quello che occorre per riprodurre la pianta è:

  • Spiedini in legno;
  • Talee di basilico;
  • Vaschetta in polistirolo o in plastica;
  • Vaso dal diametro di 10 cm;
  • Cesoie ben disinfettate;
  • Terriccio.

Ti potrebbe interessare anche >>> Piante di basilico e di rosmarino: d’estate vanno al sole o all’ombra?

Come riprodurre il basilico con un bastoncino

riprodurre basilico
Giardinaggio (Pexels)

Per riprodurre la pianta di basilico ci vuole pazienza anche se il metodo è molto semplice. Innanzitutto occorre preparare le talee. Quindi ricavare un germoglio ascellare di almeno 15 cm dalla pianta madre. A partire dall’alto, contare quattro foglioline di basilico e poi rimuovere le altre, in modo che la talea si concentri a mettere le radici invece che a nutrire le foglie. A questo punto, preparare una vaschetta di plastica e forarla sui lati più lunghi. Nei buchi, far passare gli spiedini in modo da creare una specie di griglia. Tra un bastoncino e l’altro, appoggiare le talee ricavate. Infine, sul fondo, aggiungere l’acqua.

Ti potrebbe interessare anche >>> Basilico, l’errore più comune quando lo porti a casa: smetti di farlo

Ora non rimane che aspettare almeno 15 giorni, il tempo per permettere alle talee di iniziare a fare le radici. Quando le radici saranno di circa due centimetri, bisogna metterle in vaso. Il vaso deve essere piccolo, circa 10 centimetri di diametro e usare del terriccio spugnoso e soffice. A questo punto trasferire la talea nel vaso e lasciarla in una zona ben illuminata ma lontana dai raggi diretti del sole. Importante è tenere il terriccio umido affinché le radici attecchiscano al terreno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *