Rifiuti radioattivi, si apre una nuova possibilità di smaltimento

Rifiuti radioattivi, si apre una nuova possibilità di smaltimento: le prospettive si fanno finalmente speranzose.

Rifiuti radioattivi come fare
Colori ad acqua(Pixabay)

Le sostanza readioattive vengono usate e impiegate in vari processi umani. Al termine di questi però, sfruttato il loro potenziale, quelli che sono materiali radio-attivi diventano rifiuti. Il grande interrogativo rimane sul loro smaltimento. Essendo sostanze particolari, capaci appunto di radio-attività bisogna trattarli diversamente, in modo che non abbiano ad avvelenare l’ambiente e l’uomo.

Molto dipenderà poi dal tipo di materiale, che richiederà un diverso tipo di trattamento di volta in volta, ma ovviamente non è ancora chiara la regola generale. Sullo smaltimento dei rifiuti radio-attivi il dialogo è ancora aperto e sembra essere ancora molto lontano dalla conclusione. Il termine con cui si indica il processo è smaltimento. 

In passato si è addirittura pensato di smaltirli mandandoli nello spazio; della serie: abbiamo finito di inquinare il pianeta, inquiniamo anche altrove.

Ad oggi, si apre una nuova possibilità di smaltimento. Allora scopriamo insieme di cosa si tratta, iniziamo subito.

Ti potrebbe interessare anche->Crisi idrica, come innaffiare le piante senza sprechi

Rifiuti radioattivi, si apre una nuova possibilità di smaltimento

Smaltimento rifiuti come fare
Centro di smaltimento (Pixabay)

Si apre una nuova possibilità di smaltimento di rifiuti radioattivi e si apre in una maniera inaspettata che forse può farci anche un po’ sorridere. Vi diamo un indizio che, probabilmente, per lo smaltimento di questi rifiuti si può indicare un colore preciso, anzi una sfumatura di colore.

Ti potrebbe interessare anche->Pagamenti Pos: come denunciare e chi non sarà soggetto a sanzioni

Cosa intendiamo? Il colore nello specifico è una tonalità di blu particolare, il blu di prussia. Sintetizzata e scoperta molti anni fa, aiuta gli artisti da circa tre secoli ad usare più facilmente il blu nelle loro composizioni. Prima infatti questo colore era particolarmente caro.

In che modo il blu c’entra con la radioattività di alcuni rifiuti? Questo avrebbe infatti la possibilità di assorbire i metalli pesanti, quelli radioattivi, smaltendoli. Se per esempio passassimo questa tempera sulle sim dei nostri cellulari, questa sarebbe in grado di cavare la minima quantità di oro presente all’intero.

Attualmente sono non a caso al vaglio diverse tecnologie che partono proprio…dal blu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *