Perché le orchidee cambiano colore, i motivi e come intervenire

Quali sono le spiegazioni che riguardano il perché le orchidee cambiano colore. Ci sono diverse motivazioni, con anche degli interventi ben specifici da attuare.

Una orchidea di diverse tonalità
Una orchidea di diverse tonalità (Pixabay)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Perché le orchidee cambiano colore? La cosa potrebbe capitare anche con una certa facilità ai fiori che teniamo in casa o sul balcone. E che avviene nel corso di quello che è il processo di fioritura. Potrebbe anche essere la spia di un qualcosa di niente affatto piacevole.

Il perché le orchidee cambiano colore vedere diverse cause in realtà alle quali potere ricondurre tutto quanto. Questo fenomeno solamente in una situazione non comporta niente di preoccupante. Quando avviene in un particolare momento possiamo anche tralasciare tutto.

Quando e perché le orchidee cambiano colore in maniera naturale? Questo succede, come detto, solamente in una circostanza ben specifica. E concerne un appassimento naturale, che ha luogo quando i nostri fiori stanno appassendo. In tale circostanza ecco che si può verificare anche un cambiamento dei pigmenti.

Perché le orchidee cambiano colore? I motivi

Delle orchidee viola con toni gialli
Delle orchidee viola con toni gialli (Pixabay)

La cosa è ben visibile nel caso delle orchidee bianche, che possono presentare delle sfumature tendenti principalmente al rosa od al viola. Poi ci sono situazioni più gravi, che richiedono il nostro intervento immediato. Il cambio di colore della corolla delle orchidee può verificarsi ad esempio nel caso in cui le radici della pianta stiano marcendo.

Ciò si verifica quando esageriamo con il dare l’acqua ai fiori. Una irrigazione eccessiva porta gli stessi a subire dei ranni alle radici. Ci possiamo accorgere di tutto ciò quando i petali diventano molto scuri oppure presentano delle chiazze annerite. Possiamo porre rimedio rinvasando tutto in un terriccio asciutto.

Attenzione anche alla sovraesposizione al Sole, nel corso del periodo estivo. Anche in questi casi possono sorgere dei cambiamenti, che vanno fino all’arancione od al marroncino. Le bruciature però modificano anche la consistenza, alterando la morbidezza dei petali fino a farli seccare.

Ed ancora, l’azione nefasta di parassiti e malattie portano alla comparsa di una patina di colore biancastro che interessa principalmente le foglie, ma che può espandersi anche ai petali. Oppure, quando si ha una variazione del pH del terreno, una delle conseguenze può essere proprio questa. Il pH può cambiare se lo si innaffia con un’acqua nella quale c’è una concentrazione eccessiva di calcare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.