Alimentazione sana ed equilibrata: le raccomandazioni più recenti

L’Aesan, l’Agenzia Spagnola per la Sicurezza Alimentare, fornisce nuove raccomandazioni per un’alimentazione sana ed equilibrata.

sana alimentazione linee guida
Metro avvolto su una forchetta (Pixabay)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Non si tratta di un’agenzia italiana, questa volta, ma di un’agenzia spagnola, la quale diffonde sul web nuove raccomandazioni per stare in salute. Una sana alimentazione è fondamentale per star bene e per evitare il rischio di problemi di salute. Ogni anno si forniscono nuove direttive, che rispondono direttamente alle scoperte in campo scientifico.

L’Agenzia spagnola si focalizza sulla diminuzione del consumo di carne. Consumare carne in grosse quantità, ormai non è certo una novità, fa male al nostro organismo. Occorre limitarne il consumo il più possibile. Secondo le nuove ricerche, da consumare a massimo un paio di volte alla settimana, preferendo carne bianca a quella rossa.

Le linee guida fornite dall’Agenzia per la Sicurezza Alimentare

cibo sano sicurezza alimentare
Cibo spazzatura contro cibo sano (Pixabay)

L’aggiornamento delle linee guida è arrivato dopo tre anni dall’ultima volta. Nell’ultimo periodo, infatti, erano stati saltati dei test per via della pandemia. L’Aesan aggiorna le sue raccomandazioni e, oltre alla diminuzione del consumo di carne, spiega che bisognerebbe praticare attività fisica in un lasso di tempo compreso tra 150 minuti e 300 minuti alla settimana, per un’attività blanda, e dai 75 minuti ai 150 minuti per uno sport più intenso.

A influenzare le nuove linee guida c’è anche l’impatto ambitale che un determinato cibo genera. L’impatto della carne è impressionante, sia sull’inquinamento ambientale sia sulla genesi di numerose malattie ai nostri danni. Meglio dare priorità a cibi freschi, rispetto che a quelli lavorati. Bisogna privilegiare la frutta, la verdura, e le proteine vegetali a quelle animali.

Le proteine vegetali riducono l’impatto sull’ambiente e sono salutari. Ad esempio, i legumi contengono molte proteine, e andrebbero consumati almeno quattro volte alla settimana. Inoltre, bisogna consumare il pesce, due o tre volte alla settimana, dando la priorità al consumo di pesce azzurro, ossia salmone o tonno. Una volta alla settimana, si può mangiare il pesce bianco, come merluzzo e orata.

Le uova devono essere mangiate tre o quattro volte ogni sette giorni, mentre i latticini dovrebbero essere limitati. Questi si possono consumare al massimo tre volte alla settimana. La frutta secca è molto salutare, ne possiamo mangiare una manciata ogni giorno, così come i cereali, mentre zucchero e sale andrebbero evitati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

sdsd