Facebook, che effetto ha sulla salute mentale? Le risposte allarmanti in uno studio

Facebook, fa male alla salute mentale? Uno studio congiunto mostra esiti molto preoccupanti. Ecco tutti i dati

Facebook conseguenze giovani
Logo Facebook (Foto di Gerd Altmann da Pixabay)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Facebook è stato il primo vero social network che ha rivoluzionato i media e la comunicazione del nuovo millennio. Oggi per alcuni, soprattutto i giovani, è obsoleto e destinato ad un pubblico adulto, ma fino a pochi anni fa il pensiero era decisamente diverso.

Facebook ha dato la possibilità di condividere pensiero e momenti della propria vita, di confrontarsi e allacciare rapporti. Ma ci siamo mai chiesti che effetto ha sulla salute mentale degli utenti? A dare le risposte ci ha pensato uno studio realizzato dall’Università di Tel Aviv in collaborazione con il MIT Sloan School of Management e con l’Università Bocconi. Quello che è emerso non è per nulla rassicurante.

Facebook e salute mentale: gli esiti che preoccupano

Social media effetti salute mentale
Social media (Foto di Robert Cheaib da Pixabay)

L’uso di Facebook e gli effetti negativi sulla salute mentale. Questo in soldoni il risultato dello studio che ha messo nero su bianco le incidenze del social in blu su chi lo usa ed in particolare sugli studenti americani. La piattaforma creata da Mark Zuckerberg, lo ricordiamo, era nata originariamente come mezzo per gli studenti dell’Università di Harvard.

“Negli ultimi quindici anni, le tendenze della salute mentale degli adolescenti e dei giovani adulti negli Stati Uniti sono peggiorate in modo significativo” ha spiegato il professore Braghieri che ha sottolineato come i dati sul deterioramento coincidono con l’uso del social media, è molto plausibile, dunque, pensare che i due fenomeni siano correlati.

La ricerca mostra, infatti, che molti studenti rivelano di soffrire di disturbi d’ansia e altri hanno confessato di aver affrontato, nell’ultimo anno, un momento depressivo, fenomeno così forte da essere risultato debilitante. Numeri in crescita che preoccupano gli studiosi che parlano di una salute mentale deteriorata, in alcuni casi anche in modo grave. Il tutto collegata all’accesso massivo a Facebook.

Esito di tutto questo è lo scarso rendimento scolastico. Situazioni di ansia e di depressione scoraggiano lo studio ed in parte, precisano i ricercatori, il disagio è da imputare a Facebook ed oggi anche a Instagram. I dubbio sull’effetto negativo dei social sui giovani restano e proprio per questo si continua a chiedere alla società Meta, da parte della scienza, maggiore trasparenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.