Doccia calda in inverno, come farla e risparmiare in bolletta

In che modo è possibile concedersi una bella doccia calda in inverno nonostante i rincari del gas senza spendere una fortuna. Fai così.

Una donna impegnata a fare la doccia
Una donna impegnata a fare la doccia (Foto Freepik Inran)

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI DI OGGI:

Doccia calda in inverno, farla ci costerà un occhio della testa. Infatti il prezzo della bolletta del gas è salito alle stelle ed anche più in alto e questo vuol dire che dovremo per forza di cose fare attenzione. Altrimenti rischiamo di avere una stangata al termine di ogni trimestre.

Fare la doccia calda in inverno non è un qualcosa di contemplato tra le misure che sono in fase di concettualizzazione da parte della Commissione Europea, che sta pensando per l’appunto ad un pacchetto di misure da fare applicare a tutti gli Stati membri dell’Unione Europea.

Bisogna tirare la cinghia per tenere botta alla gravissima crisi energetica in corso, la quale ha causato a sua volta una pesantissima inflazione in tutta l’Euro-zona ed una correlata crisi anche nella produzione. L’aumento delle bollette di luce e gas impone morigeratezza ed austerity, per cui fare la doccia calda in inverno sarà un miraggio. Eppure un modo c’è per procedere in tal senso.

Doccia calda in inverno, il metodo che contrasta l’aumento delle bollette

Una donna mentre fa la doccia
Una donna mentre fa la doccia (Foto Freepik)

Si sa che i governi centrali, di pari passo alla UE, hanno iniziato già da tempo a promuovere l’attuazione di politiche più ecosostenibili. In tal senso rientra anche l’applicazione dei pannelli solari domestici, da installare su balconi, terrazzi e tetti anche di condomini e non solo delle singole unità abitative. Inoltre c’è anche il minieolico da balcone.

Esistono diverse agevolazioni ottenibili medianti appositi bonus per potere installare sistemi costituiti da pannelli solari o da pale eoliche di dimensioni contenute. Il loro funzionamento serve  ad integrare l’erogazione elettrica domestica.

Fotovoltaico e mini eolico ad esempio possono essere impiegati per lo svolgimento di una specifica azione, come deputare l’energia convogliata in questi modi per accendere le luci o per aprire e chiudere il portone del box auto pertinente. Ma è anche possibile sfruttare la cosa per potersi fare una bella doccia calda senza pesare sulla bolletta.

Come funzionano i pannelli solari termici

Un sistema di pannelli solari
Un sistema di pannelli solari (Foto Freepik)

Questo avviene specialmente con i pannelli solari termici, una tipologia ben specifica di fotovoltaico capace anche di presiedere il riscaldamento di casa. La differenza con i pannelli tradizionali sta nel fatto che quelli termici servono specificamente per la produzione di acqua calda, a differenza di quelli normali che producono corrente elettrica.

Abbiamo i pannelli solari termici naturali, molto diffusi nell’ambito del settore privato, e quelli a circolazione forzata.

Il consiglio è di avvalersi di uno di questi sistemi sfruttando le detrazioni fiscali esistenti, anche in virtù del fatto che, dal 2029 in poi, tutti gli immobili esistenti dovranno dotarsi di fotovoltaico. Ed entro allora le spese saranno ampiamente recuperate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.