Medicinali: sono questi quelli che non puoi prendere se poi devi guidare, fai attenzione

I fogli illustrativi dei medicinali andrebbero letti con attenzione poiché alcuni non sono adatti se poi si deve guidare, ecco quali non prendere.

attenzione ai medicinali
Alla guida (Unsplash)

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DI OGGI:

Guidare con prudenza e concentrazione è molto importante per la propria sicurezza e per quella degli altri. Per questo occorre fare attenzione quando si sta assumendo un determinato farmaco. Alcuni tipi di farmaci, difatti, sono sconsigliati se ci si deve mettere alla guida poiché possono causare degli effetti collaterali.

Controllare il foglietto illustrativo quando si vuole prendere un medicinale è d’obbligo e bisogna prestare attenzione. Non solo se si guida un auto, ma qualsiasi tipo di veicolo. I possibili effetti collaterali inclidono:

  • sonnolenza/stanchezza
  • visione offuscata
  • vertigini
  • rallentamento dei movimenti
  • svenimento
  • incapacità di concentrarsi o di prestare attenzione
  • nausea
  • eccitabilità.

A porre un ulteriore attenzione sui farmaci e l’attenzione alla guida è la Food and Drug Administration (FDA) statunitense. Alcuni farmaci possono influenzare la guida per un breve periodo di tempo dopo l’assunzione. Per altri, gli effetti possono durare per diverse ore e persino il giorno successivo. Inoltre, alcuni farmaci prevedono l’avvertenza di non utilizzare macchinari pesanti, compresa la guida dell’automobile.

I medicinali da non prendere se poi devi guidare

farmaci e guida
Prendere pillola (Unsplash)

Guidare responsabilmente include anche porre l’attenzione a quello che si assume, compreso i farmaci. Sapere in che modo i medicinali, o qualsiasi combinazione di essi, influiscono sulla capacità di guidare è una misura di sicurezza. Tra i farmaci che possono rendere pericolosa la guida ci sono:

  • antidolorifici oppioidi
  • farmaci antipsicotici
  • alcuni antidepressivi
  • farmaci per l’ansia con prescrizione medica (ad esempio, benzodiazepine)
  • farmaci antiepilettici (i medicinali per le convulsioni)
  • farmaci che trattano o controllano i sintomi della diarrea
  • prodotti contenenti codeina
  • alcuni rimedi per il raffreddore e per le allergie, come gli antistaminici
  • sonniferi
  • rilassanti muscolari
  • farmaci che trattano o prevengono i sintomi della cinetosi
  • Prodotti a base di cannabidiolo (CBD): durante la guida può essere pericolosa. Il CBD può causare sonnolenza, sedazione e letargia. A causa di questi effetti collaterali, i consumatori dovrebbero usare cautela se intendono guidare un veicolo a motore dopo aver consumato prodotti a base di CBD.

Le persone affette da insonnia hanno difficoltà ad addormentarsi o a mantenere il sonno. Molti assumono farmaci per conciliare il sonno. Al mattino, però, alcuni farmaci per il sonno possono ridurre la capacità di svolgere attività per le quali è necessario essere pienamente vigili, compresa la guida.

Per chi soffre di allergie,invece, i farmaci contenenti antistaminici possono aiutare ad alleviare diversi tipi di allergie, compresa la febbre da fieno. Gli antistaminici possono rallentare i tempi di reazione, rendere difficile concentrarsi o pensare chiaramente e possono causare una leggera confusione anche se non si avverte sonnolenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.