È in questo punto della lavatrice che si formano muffa e sporcizia: ecco come pulirlo alla perfezione

Come pulire il punto più sporco della lavatrice per avere un bucato sempre pulito e profumato. I trucchetti del mestiere.

Cestello lavatrice (Canva)

Gli articoli più letti di oggi:

Sapere come pulire la lavatrice è uno di quei trucchi per la pulizia che non si prendono in considerazione finché non si sente un odore acre provenire dalla lavanderia. La lavatrice può essere un terreno fertile per i germi, anche quando il suo compito è quello di fare il contrario. Pensateci: La vostra lavatrice lavora duramente per tenere in ordine la vostra casa.

Il punto più sporco della lavatrice: come pulirlo

Qualsiasi cosa, dalla schiuma di sapone, al detersivo, all’ammorbidente, ai residui di fibre, oltre all’acqua dura, può intasare lo scarico. Inoltre, se non si sa come pulire la lavatrice, con il tempo si può formare la muffa, che non solo è disgustosa, ma può anche causare l’odore della vasca. Si consiglia di pulire regolarmente la lavatrice e di effettuare una pulizia profonda ogni tre o quattro mesi.

Lavatrice (Canva)

È meglio la candeggina o l’aceto per pulire la lavatrice? La candeggina al cloro e l’aceto bianco sono ingredienti comuni per la pulizia, che hanno dimostrato di saper affrontare muffe, funghi e sporcizia quotidiana.

L’aceto bianco è altamente acido, quindi è un modo eccellente per eliminare gli accumuli viscidi indesiderati che tendono a crescere in un ambiente umido. La candeggina, invece, è un agente ossidante (ecco perché rende gli asciugamani bianchi e brillanti). Quando si tratta di pulire una lavatrice, la soluzione dipende dal problema in questione. Se ci sono muffe o funghi, sia l’aceto che la candeggina sono efficaci, ma la candeggina è più efficace.

Alcune persone, tuttavia, preferiscono l’aceto bianco perché non è così aggressivo come la candeggina. A meno che, naturalmente, la vostra lavatrice non sia stata completamente trascurata e sia ora un terreno fertile per batteri e germi, e vogliate un detergente potente. In questo caso, potete impostare la lavatrice su un ciclo di lavaggio normale con acqua calda e aggiungere un quarto di tazza di candeggina. Se scegliete la candeggina, controllate il manuale della vostra lavatrice per assicurarvi che sia compatibile.

Qual è il modo migliore per pulire l’interno di una lavatrice?

Per iniziare, vi serviranno alcuni oggetti di uso comune: un flacone spray, aceto bianco distillato, bicarbonato di sodio, un panno in microfibra per la pulizia e un vecchio spazzolino da denti. Anche se l’elenco dei prodotti per la pulizia è lo stesso per una lavatrice a carica frontale e una a carica dall’alto, il metodo è leggermente diverso.

Si tende inoltre a dimenticare di igienizzare lo scarico sia della lavatrice a carica dall’alto che di quella a carica frontale. Per pulire lo scarico, assicuratevi innanzitutto che la lavatrice sia spenta. Quindi scollegate con cura lo scarico dal tubo, o forse lo scarico della vostra lavatrice è collegato al lavandino della lavanderia. In ogni caso, una volta scollegato lo scarico, mettetelo in una vasca o in un lavabo vuoto e lasciate defluire l’acqua in eccesso.

Controllate se ci sono residui di sporco all’interno. Potrebbe essere necessario utilizzare un serpente di scarico per rimuoverlo. Quindi immergete lo scarico nell’aceto per rimuovere la muffa che circonda l’apertura dello scarico. Per la sporcizia più ostinata, utilizzate un vecchio spazzolino da denti con un po’ di bicarbonato di sodio. Eliminate i residui con un panno umido.

Controllate se la vostra lavatrice è dotata di un filtro, soprattutto se si tratta di un modello vecchio. Se non lo vedete subito, controllate il manuale d’uso, perché i filtri della lavatrice possono trovarsi in diversi punti, come l’estremità di un tubo di scarico, lungo il bordo del cestello, sotto il coperchio dell’agitatore o persino all’esterno della lavatrice, all’interno di un piccolo sportello. Il filtro può avere l’aspetto di una rete o di qualcosa con piccoli fori per catturare i pelucchi.

Come pulire una lavatrice a carica frontale

Per una pulizia rapidissima della lavatrice, che richiede meno di 30 minuti, aggiungete dell’aceto bianco in un flacone spray e spruzzate l’interno del cestello. Passate un panno in microfibra su tutto il perimetro del cestello della lavatrice, senza tralasciare alcuna superficie. Successivamente, passate un panno sulle guarnizioni di gomma, note anche come guarnizioni intorno allo sportello. Passando il panno intorno a queste guarnizioni, è probabile che si trovino residui di sporco, muffa, lanugine e persino capelli.

Per una pulizia regolare di una lavatrice a carica frontale, potete pulirla con un panno in microfibra bianco e candeggina mescolata con sapone per piatti, soprattutto intorno alla guarnizione in gomma. Impostate la lavatrice con l’acqua e la temperatura più alte e fate un ciclo completo con una tazza di aceto bianco e circa cinque gocce di olio essenziale di lavanda.

Per la pulizia trimestrale di una lavatrice a carica frontale, seguite lo stesso procedimento ma questa volta, invece dell’aceto e dell’olio essenziale, usate due tazze di bicarbonato di sodio e due tazze di borace. Lasciate riposare per un’ora e poi fate un ciclo completo.

Come pulire una lavatrice a carica dall’alto

Impostate la lavatrice sull’impostazione dell’acqua più alta e più calda. Aggiungete quattro tazze di aceto bianco e avviate un ciclo. Una volta che la lavatrice è piena e appena avviata, mettetela in pausa e lasciate che l’acqua e l’aceto bianco impregnino il cestello per un’ora. Al termine del primo ciclo di risciacquo, versate una tazza di bicarbonato di sodio e riaccendete la lavatrice per un altro ciclo potente con le impostazioni più calde. Al termine, lasciate la parte superiore aperta per farla asciugare all’aria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.