Salviette umidificate: occhio a come le usi, in questo modo non ti fanno bene

Le salviette umidificate sono un rimedio davvero efficace per molti aspetti, specialmente quando sei fuori casa. Però non sempre dovresti usarle, perché in questo modo, ad esempio, possono farti male.

salviette
Salviette umidificate sopra il wc (Canva)

Le salviette umidificate ci hanno salvato la vita molte volte per il loro pratico utilizzo; sono infatti molto comode da portare in giro e pratiche da utilizzare.

Ad esempio se sei fuori casa e hai bisogno di darti una rinfrescata le salviette sono il rimedio più semplice. Ma vanno bene proprio in qualsiasi caso? A quanto pare no. Vediamo insieme quando non dovresti utilizzarle.

Quando è meglio evitare di usare le salviette umidificate

igiene intima
Proteggere l’igiene intima (Canva)

GLI ARTICOLI PIÙ LETTI DI OGGI:

Non è un segreto che le salviette intime vengano molto spesso utilizzate da noi donne anche per l’igiene intima. Ve ne sono infatti alcune appositamente pensate per tale scopo, soprattutto per quelle donne che viaggiano molto e che hanno bisogno di detergersi e rinfrescarsi al volo durante la giornata. Peccato però che questa scelta non è tra le migliori, dato che vi sono alcune controindicazioni, specialmente se usate troppo e se non affiancate da una corretta igiene personale in grado di preservare la  flora batterica vaginale.

Ne ha parlato la ginecologa Valentina La Pica, interpellata a tal proposito da Cosmopolitan. Secondo la Dottoressa, le salviettine intime possono essere sì una soluzione per curare l’igiene intima, ma quando non vi sono altri rimedi. Dunque, di certo non possono sostituire una corretta igiene quotidiana, ecco perché è sempre meglio fare attenzione a non abusarne. Non prevedendo il risciacquo, non possono poi eliminare del tutto le sostanze che contengono, fino a causare a volte sensibilizzazioni e irritazioni.

Segui i nostri video e le nostre storie su Instagram

Ecco perché è importante la scelta in fase di acquisto. Controlla dunque che tra gli ingredienti vi siano sostanze idratanti e acqua, oltre a tutte le sostanze naturali derivate, che vanno a idratare e ad ammorbidire mucose e cute. Mentre non dovrebbero esserci invece la glicerina, alcool, derivati del petrolio e della paraffina o sigle come parabeni e SLS, ossia sostanze chimiche che possono determinare allergie e irritazioni.

Dunque, ora che sai quando devi fare attenzione a utilizzarle e quali comprare, ciò non toglie che siano davvero utili ogni volta che abbiamo bisogno di rinfrescarci, ad esempio dopo una sessione di allenamento, dopo aver sudato in palestra o semplicemente sui mezzi pubblici tra una corsa e l’altra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.