INPS: girano false e-mail per truffare i cittadini, il comunicato della Polizia mette tutti in guardia

Messaggio anti truffa da parte delle forze dell’ordine in chiave anti raggiro a nome dell’INPS per truffare i cittadini. L’Ente non c’entra.

Un messaggio di allarme riguardo all'INPS
Un messaggio di allarme riguardo all’INPS (Foto Canva)

Bonus INPS 2022, c’è una allerta diffusa da parte delle forze dell’ordine in proposito. Con l’approssimarsi delle ultime settimane dell’anno i malintenzionati che agiscono in maniera anonima sul web sono pronti ad intensificare le loro azioni fraudolente allo scopo di truffare i cittadini.

E con la scusa di un fantomatico Bonus INPS che può essere richiesto solamente entro la fine di dicembre, questo odioso proposito di truffare i cittadini può risultare più facile da andare in porto. Infatti ci sono persone che finiscono con il fidarsi, attratte dalla prospettiva di potere usufruire di un qualche tipo di beneficio da parte dello Stato.

Purtroppo in questi casi non è così. Il Bonus INPS per truffare i cittadini si maschera da messaggio ufficiale ma in realtà è costruito ad arte per fare cadere i più sprovveduti nella trappola definita in gergo “phishing”. Si cerca cioè di fare abboccare gli utenti, facendo in modo da ottenere da quest’ultimi i loro dati sensibili. Come avviene questa truffa INPS?

INPS truffare cittadini, è il pericolo che si corre in questi casi

Il logo dell'INPS
Il logo dell’INPS (Foto Canva)

Ovviamente l’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale non c’entra niente con tutto questo. I cyber criminali inviano dei messaggi che sembrano come provenienti proprio dall’ente. Ed infatti possono essere presenti dei riferimenti di verosimiglianza, come il logo e delle sigle poste alla fine del testo.

ANCHE QUESTO ARTICOLO POTREBBE PIACERTI -> Se qualcuno ti ha bloccato su Whatsapp puoi scoprirlo con questo trucco infallibile

Solitamente si fa riferimento a delle operazioni da compiere per fare modo all’Ente di potere ultimare la procedura che viene descritta come finalizzata a fornirci un accredito. Ma non è così. Possiamo riconoscere la truffa sia dal testo, che molto spesso contiene degli errori grammaticali ed ortografici, che già dal nome del mittente stesso. Molto facilmente lo stesso può suonare come sospetto.

ANCHE QUESTO ARTICOLO POTREBBE PIACERTI -> Cibo spazzatura: il documentario shock della BBC che rivela dei retroscena molto allarmanti

ANCHE QUESTO ARTICOLO POTREBBE PIACERTI -> Questi stampi da cucina possono essere tossici: il test che smaschera i grandi marchi

Alla fine ogni mail presenterà l’assurda richiesta di cliccare su di una pagina web allegata ad un apposito link, con la raccomandazione di inserire poi tutti i propri dati sensibili. Numeri di carta ed iban inclusi. Fatto questo, saremo spacciati. La polizia si raccomanda appunto di non credere a questi messaggi, di cancellare mail ed anche sms che si spacciano di provenire dall’INPS o da altri soggetti istituzionali.

NON PERDERTI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM E TIK TOK

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM

Le comunicazioni ufficiali infatti avvengono solamente dai siti web dedicati, una volta effettuato il login con i nostri account personali. I messaggi sospetti che ci arrivano mia mail o sms non vanno aperti. Bisogna subito cancellarli. Possiamo prendere visione cliccando qui di quello che è il messaggio pubblicato dalla polizia sul proprio sito web ufficiale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.