Il miele 🍯 fa bene al cuore 💖? Una nuova ricerca fa luce sulla questione

Quali sono gli effetti del miele sulla salute del sistema cardiovascolare? Scopriamo insieme se il miele fa bene al cuore e perché.

Il miele fa bene al cuore
Miele (Fonte foto Canva – Iran.it)

Una ricerca pubblicata sulla rivista scientifica Nutrition Reviews ha evidenziato che il miele fa bene al cuore. A scoprirlo sono stati i ricercatori dell’Università di Toronto, che per dimostrare la propria tesi di ricerca hanno messo in atto un interessante esperimento, a cui sono seguiti esiti davvero sorprendenti. Esaminiamo nel dettaglio quali sono gli effetti positivi di questo alimento sul sistema cardiovascolare e le quantità ideali da assumere giornalmente per beneficiare della sua azione protettiva.

Il miele fa bene al cuore: lo studio

Miele api
Cucchiaio di miele (Fonte foto Canva – Inran.it)

Il miele è un alimento composto da preziose sostanze nutritive, come enzimi, vitamine e sali minerali.

Un recente studio sui rischi cardiometabolici ha messo in luce che il suo consumo è in grado di proteggere l’apparato cardiocircolatorio, riducendo il rischio di ictus, ateroclerosi, infarto del miocardio e ulteriori disturbi invalidanti e potenzialmente letali a carico del cuore.

Gli scienziati della Facoltà di Medicina Temerty dell’Università di Toronto hanno condotto un esperimento a cui hanno preso parte 1.100 persone.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Soffio al cuore: semplice riconoscerlo, occhio a questi sintomi molto chiari

Ai volontari è stato chiesto di mangiare 40 grammi di miele al giorno, per un periodo di 8 settimane.

Una volta concluso il test, gli studiosi hanno sottoposto i partecipanti a una serie di esami volti a verificare il loro stato di salute, evidenziando una netta diminuzione del livello dei trigliceridi, della glicemia a digiuno e del colesterolo totale.

Nello specifico, è stata riscontrata una riduzione del colesterolo LDL, a fronte dell’aumento di colesterolo HDL.

LEGGI ANCHE: Sarebbe questo il miele migliore per contrastare i radicali liberi e vivere meglio

Gli scienziati, tuttavia, hanno sottolineato che durante il periodo sperimentale i volontari hanno seguito una dieta sana e bilanciata, caratterizzata da un apporto giornaliero di zuccheri inferiore al 10%.

Quindi, sebbene il miele faccia bene al cuore, il suo consumo, da solo, non è sufficiente a proteggere l’organismo: questo alimento deve essere inserito in una dieta varia, povera di grassi, zuccheri e alimenti industriali.

Quanto miele consumare al giorno?

Qual è la quantità ideale di miele che dovremmo mangiare quotidianamente per godere dei benefici di questo alimento?

I ricercatori raccomandano di non superare i due cucchiaini al giorno.

NON PERDERTI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM E TIK TOK

Ci sono, inoltre, ulteriori accortezze che dovremmo mettere in pratica per massimizzare gli effetti positivi del miele sulla nostra salute.

In primo luogo, andrebbe consumato freddo per evitare di alterarne la composizione.

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM

Ad esempio, possiamo usarlo per arricchire le insalate, oppure spalmarlo sui formaggi o, ancora, sulle fette biscottate per la colazione.

Attenzione anche alla varietà di miele prescelta: l’ideale sarebbe assumere miele grezzo o da fonte monofloreale.

FONTE: Nutrition Reviews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.