Reflusso gastroesofageo e feste natalizie: qualche consiglio per non stare male dopo un’abbuffata

Come contrastare il reflusso gastroesofageo post feste di Natale? Con questi consigli utili sarà semplice affrontare tutte le vacanze.

reflusso gastroesofageo
Reflusso (Canva – Inran.it)

Le feste di Natale sono tra le più attese ma bisogna stare attenti perché il pericolo è dietro l’angolo. Il temuto reflusso gastrico è una conseguenza di abbuffate e cibi grassi. Questo fenomeno si verifica quando gli acidi dello stomaco ritornano ripetutamente nel tubo che collega la bocca allo stomaco, ovvero l’esofago. Questo può di conseguenza irritare il rivestimento dell’esofago.

Molte persone soffrono di reflusso di tanto in tanto. Tuttavia, quando il reflusso acido si ripete nel tempo, può causare la GERD, questo disagio si può gestire con cambiamenti dello stile di vita e con i farmaci. I segni e i sintomi più comuni del reflusso sono:

  • sensazione di bruciore al petto (bruciore di stomaco)
  • dolore all’addome superiore o al petto
  • difficoltà a deglutire (disfagia)
  • sensazione di un nodo in gola
  • tosse costante
  • infiammazione delle corde vocali (laringite)
  • asma nuova o in peggioramento.

Come rimediare al temuto reflusso gastrico a Natale

rimedio reflusso
Reflusso (Canva – Inran.it)

Ti potrebbe interessare anche >>> Quello che mangi potrebbe provocare delle perdite di memoria: occhio a questa sostanza

Di rimedi contro il reflusso ce ne sono molti in commercio ma molti sono anche quelli naturali. L’importante è trovare quello giusto che funziona per se stessi e adatto alle proprie esigenze. In questo modo si può passare Natale in totale tranquillità. Il primo rimedio da citare è il sodio alginato. Questa sostanza ha il potere naturale di essere un gastroprotettore, quando entra nello stomaco si trasforma in gel grazie alla reazione all’interno dello stomaco d questo gel contrasta la risalita del contenuto dello stomaco.

Ti potrebbe interessare anche >>> Peluria sul viso: gli errori da non fare e i trucchi per eliminarli per sempre

Nei rimedi naturali, non può mancare quello per eccellenza: il gel d’aloe. Con l’aloe si può preparare una miscela che si può bere e questo aiuta poi a lenire e rigenerare la mucosa dello stomaco. Un’altra pianta curativa è la piantaggine. È ricca di mucillagini e grazie a questa sostanza lo stomaco rimane protetto. Difatti crea una specie di barriera antinfiammatoria e un infuso a base di questa è molto benefica.

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM E SEGUI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM e TIKTOK

Altri rimedi naturali sono il miele Manuka e il bicarbonato. Il primo è utile per stabilizzare l’acidità all’interno dello stomaco, oltre che ad avere un potere lenitivo. Il secondo, invece, è decisamente il rimedio più facile da reperire contro il reflusso gastroesofageo. Un cucchiaino sciolto in un bicchiere d’acqua e il sollievo sarà immediato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.