Le feste natalizie ti stressano? Qualche trucchetto per “sopravvivere” al Natale

Che siate fan sfegatati del Natale o che vogliate solo superare un’altra faticosa cena di famiglia, le feste possono riservare momenti di stress.

Ghirlanda (Canva – Inran.it)

Tra il tentativo di non mandare in fumo il budget per lo shopping natalizio, l’ascoltare di nuovo le teorie cospirazioniste dello zio Bobby e l’affrontare le aspettative di tutti gli altri, le feste possono far scattare l’allarme ansia. Questo periodo dell’anno può essere frenetico e decisamente frustrante. Come possiamo quindi ridurre lo stress da vacanza o prevenirlo prima che si verifichi?

Le spese extra. Suoceri arrabbiati. Lunghe ore in ufficio. Bambini esausti e zuccherati. Il freddo e il buio stagionale. Esami finali, eventi sportivi e recite. Partner romantici assenti. Profonda solitudine… Individualmente, possiamo gestire ognuno di questi fattori di stress man mano che si presentano. Ma durante le vacanze, tutto colpisce contemporaneamente. Se a questo si aggiungono le elezioni di metà mandato e la visita a sorpresa della zia Suzie, i nostri sistemi di risposta allo stress da lotta o da fuga si attivano a dismisura.

Stress natalizio: come affrontarlo

Regalo (Canva – Inran.it)

Nella maggior parte dei casi, lo stress è normale e positivo. È quando diventa opprimente, pesante e improvviso che perdiamo la prospettiva. Quando siamo stressati, i nostri muscoli si irrigidiscono, i battiti cardiaci aumentano e il nostro corpo si riempie di ormoni, come il cortisolo e l’adrenalina. Scrutiamo l’ambiente circostante in cerca di pericoli davanti a un piatto di tacchino fumante e ripieno. Cerchiamo di non morire, con Bing Crosby che canta in sottofondo.

TI POTREBBE PIACERE ANCHE QUESTO ARGOMENTO: Hai dimenticato un regalo di Natale? Niente panico e usa questo stratagemma geniale

Lo stress da vacanza è il peggiore. Ma ci sono cose che possiamo fare. In questa stagione, concedete a voi stessi e agli altri un po’ di grazia, molta grazia. Non fate errori: Le cose stressanti accadranno. Ma la cosa più bella è che possiamo scegliere come reagire.

3  modi per ridurre lo stress da vacanza

Rifiutare di lasciare che lo stress gestisca la vostra vita è una scelta da fare minuto per minuto. È una decisione quotidiana. In questa stagione natalizia, sforziamoci di mettere la nostra mente e il nostro cuore in una buona posizione prima di comprare i regali o di andare a casa dei suoceri per la cena di Natale.

1. Immaginate chiaramente il Natale che volete vivere

Stabilite le aspettative per voi stessi e per gli altri dipingendo un quadro di come volete che sia il vostro Natale. Siate chiari. Ecco alcune cose a cui pensare prima dell’inizio delle feste:

  • Chi siede intorno al tavolo durante i pasti?
  • Cosa stiamo mangiando?
  • Di cosa parliamo o non parliamo?
  • Come mi relaziono con i miei amici e familiari?
  • Quali film di Natale stiamo guardando?
  • Quali regali ci facciamo o non ci facciamo?
  • Condividete la vostra immagine con i vostri cari in modo che possano capire cosa state immaginando. Chiedete anche a loro di dipingere un quadro di ciò che desiderano, in modo da essere sulla stessa lunghezza d’onda.

2. Stabilite dei limiti

Durante le vacanze, potrebbe sembrare che la mamma, il suocero o il cugino di secondo grado abbiano il coltello dalla parte del manico. Sbagliato. Siete voi a scegliere. Siete voi a decidere dove andare, quanto tempo rimanervi, chi invitare a casa vostra e quanto denaro spendere. È importante stabilire questi limiti prima di dare il via alle festività natalizie.

Prima di impegnarvi, decidete quali sono i vostri limiti:

  • Viaggiare: Andrete in auto o in aereo? Per quanto tempo vi recherete in visita?
  • Ospiti: Rimarranno per tre giorni? E per due settimane? Può venire anche il cane?
  • Spesa: Quanto denaro avete preventivato per i regali quest’anno? Quanti regali dovrebbe ricevere ogni bambino?
  • Cibo: Cosa mangerete? Quanti biscotti sono troppi?
  • Conflitto: come gestirete un eventuale disaccordo?

A proposito… non guidate o volate per migliaia di chilometri verso un luogo inospitale o minaccioso. Potete dire di no. Ma una volta che avete deciso e vi siete impegnati a vedere la famiglia, fatelo con un buon atteggiamento. Trovate la gioia nei momenti difficili. Se scegliete di andarci, state anche scegliendo di essere un buon sportivo invece di essere un grinch. È questo che significa essere maturi.

TI POTREBBE PIACERE ANCHE QUESTO ARGOMENTO: Hai già preparato la playlist per stasera? Le migliori canzoni per il cenone della Vigilia di Natale

3. Evitare i conflitti familiari.

Anche le famiglie migliori possono farvi impazzire. Quest’anno, prima ancora di fare le valigie, pensate ai conflitti che potrebbero sorgere in famiglia. Se vostro padre è solito parlare male di un particolare gruppo di persone, non sorprendetevi se inizia una delle sue sfuriate. Non potete cambiarlo, ma potete decidere come reagire.

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM E SEGUI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM e TIKTOK

  • Potete chiedere a qualcuno di smettere. È possibile essere diretti e allo stesso tempo gentili.
  • Potete alzarvi e andarvene. A volte allontanarsi per prendere fiato è la cosa migliore da fare.
  • Creare un piano d’azione. Decidete in anticipo come reagire se le tensioni iniziano a crescere.
  • Comunicate il vostro piano in anticipo.
  • Chiarite che non volete parlare di politica o della dipendenza del vostro fratellino.
  • Se qualcuno si oppone ai vostri limiti, potete andarvene! Prestate attenzione a quando vi sentite a disagio, imbarazzati, insicuri, imbarazzanti o in trappola. Se qualcuno è ubriaco, arrabbiato, usa un linguaggio scurrile o racconta barzellette ripugnanti, potete decidere se e quando andarvene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.