Guarda le tue gengive: se sono di questo colore dovresti agire immediatamente

Le tue gengive sono di questo colore? Dovresti prestare attenzione: potrebbero indicare che c’è qualcosa che non va.

Gengive sane
Gengive (Fonte foto Canva – Inran.it)

È normale che le gengive siano viola, oppure se appaiono di questo colore dovremmo preoccuparci? Tendenzialmente non si tratta di un buon segno, ma non sempre è indice di una patologia sottostante. Scopriamo insieme qual è l’aspetto di gengive sane e come intervenire per ovviare ad eventuali problemi di salute.

Gengive di colore viola: tutte le cause

La gengiva è uno strato di tessuto epiteliale e connettivale che riveste il colletto dei denti. Di solito, il colore che denota che le gengive sono in salute va dal rosa pallido al rosso tenue.

Variazioni di questa tonalità, invece, possono indicare che c’è qualcosa che non va. Va considerato, però, che il colore delle gengive può variare da persona a persona. Chi ha la carnagione e i capelli scuri, ad esempio, presenta un tessuto gengivale più pigmentato.

LEGGI ANCHE: Gengivite: sintomi, rimedi e prevenzione

Generalmente, quando l’alterazione cromatica delle gengive è di natura patologica, essa si accompagna a ulteriori indicatori di malessere, come:

  • Sanguinamento;
  • Dolore;
  • Ipersensibilità.

Quali sono i motivi che spiegano perché le gengive risultano di colore viola? Ecco cosa sapere.

Invecchiamento

La prima ragione che può determinare una variazione del colore delle gengive è l’invecchiamento. Si tratta di un fenomeno fisiologico, che non necessariamente indica la presenza di una malattia del cavo orale.

Con l’avanzare dell’età, infatti, il corpo va incontro a una serie di cambiamenti, inclusi quelli riguardanti la tonalità del tessuto gengivale. In ogni caso, si consiglia di rivolgersi al proprio dentista di fiducia per escludere la presenza di possibili infezioni.

Infezioni

Se le gengive appaiono di colore viola, potremmo essere in presenza di infezioni del cavo orale, come la gengivite e la parodontite.

Si tratta di malattie causate dalla proliferazione dei batteri. Placca e tartaro, infatti, irritano le gengive causando disturbi che – se non curati – rischiano di distruggere le aree di supporto e l’osso, provocando la perdita dei denti.

POTREBBE PIACERTI ANCHE QUESTO ARTICOLO: Parodontite: scoperte nuove cause della malattia e trattamenti efficaci

Quali sono i sintomi con cui si manifestano queste infezioni?

  • Gonfiore;
  • Arrossamento;
  • Dolore;
  • Sensazione di calore.

Carenze nutrizionali

Infine, l’ultimo fattore che può alterare la normale colorazione del tessuto gengivale riguarda un disturbo di natura nutrizionale: le carenze alimentari, infatti, possono far apparire viola le gengive.

Questo accade soprattutto in caso di deficit di vitamine, sali minerali e ferro.

NON PERDERTI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM E TIK TOK

Gli ulteriori sintomi associati a questa condizione sono:

  • Pallore;
  • Stanchezza;
  • Dolori muscolari;
  • Mal di testa;
  • Nervosismo;
  • Mancanza di concentrazione.

Per confermare la diagnosi, sarà necessario sottoporsi a una serie di test di laboratorio. Una volta appurata l’origine del problema, occorrerà integrare i nutrienti mancanti e seguire una dieta sana, bilanciata e completa.

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.