Come accelerare il metabolismo sopra i 40 anni | Trucchi geniali per te

Superati i 40, il metabolismo incomincia a cambiare e diventa sempre più difficile eliminare i grassi: come accelerare il metabolismo?

perdita peso dieta
Piano dietetico (Canva) – Inran.it

Raggiunti i 40 anni, bruciare le calorie e smaltire il grasso in eccesso non è facile, i chili si accumulano e il metabolismo rallenta. A una certa età si entra in una fase diversa e il fisico subisce profondi cambiamenti, tanto che un semplice sgarro a pranzo o a cena ci costa caro. Secondo gli esperti, però, questa condizione si può invertire.

I chili si accumulano più facilmente, una volta superati gli anta, per il cambiamento ormonale, specie per le donne, che vanno incontro alla menopausa e al calo del progesterone ed estrogeni, con tutti i disturbi che ne conseguono. Insonnia, vampate di calore, calo del desiderio, sbalzi di umore e cambiamento del corpo. Senza contare il rallentamento delle funzioni della tiroide.

Niente chili di troppo, qualche consiglio per accelerare il metabolismo

dieta digiuno dimagrimento
Digiuno per perdere peso (Canva) – Inran.it

L’ipotiroidismo è una delle cause della difficoltà nella perdita di peso. Inoltre, si ingrassa più facilmente. Insomma, un problema che bisogna affrontare, prima di tutto facendo esercizio fisico e seguendo un regime alimentare equilibrato. Si può ricorrere anche all’uso di integratori mirati, come quello allo zafferano, al cromo e altri ancora.

POTREBBE PIACERTI ANCHE → Sono questi gli alimenti che ti mettono di buonumore: dovresti sempre inserirli nella tua dieta

Per accelerare il metabolismo, però, si può mettere in pratica la dieta del 16/8. Che cos’è? È la dieta del cronofasting, che consiste nel dividere la giornata in due fasi, una fase da 8 ore, nella quale si deve mangiare, e una fase di 16 ore dove non si deve toccare cibo. Si tratta di una tecnica ottimale per perdere peso.

POTREBBE PIACERTI ANCHE → Grasso sotto le braccia addio: ti basta un solo esercizio al giorno, risultati impressionanti

Si possono perdere facilmente 5/8 kg in due mesi, ed è un sistema utile per regolare gli ormoni come l’insulina e la leptina, cioè quelli responsabile dell’ingrassamento. L’insulina viene prodotta dal pancreas e veicola il glucosio all’interno delle cellule. La leptina, invece, è generata da tessuto adiposo, e diventa maggiore quando prendiamo peso. Questa suddivisione della giornata in due fase distinte aiuta a riattivare la funzionalità del microbiota, ossi la flora batterica intestinale.

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM E SEGUI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM e TIKTOK

Un digiuno giornaliero è molto salutare e svolge un effetto positivo per il nostro fisico. In assenza di cibo, il corpo inizia a bruciare glucosio e i grassi di riserva, i quali si trasformano in corpi chetonici. Questi attivano alcuni effetti antinfiammatori in tutto l’organismo e proteggono dallo stress ossidativo. Il digiuno, non solo aiuta a dimagrire e a controllare il peso, ma previene i tumori, i disturbi cognitivi e rinnova le cellule.

POTREBBE PIACERTI ANCHE → Chilocalorie e calorie non sono la stessa cosa: differenze e cosa valutare per stare in forma

Tra l’altro, questa dieta cronofasting non tiene presente il calcolo dei grammi del cibo, delle quantità o dell’abbinamento tra gli alimenti. Tutto ciò non serve, basta soltanto digiunare per 16 ore, bevendo soltanto acqua e tisane. La finestra in cui mangiare è personale, si può scegliere tranquillamente la fascia oraria più idonea in base alle proprie esigenze. Si può arrvare anche progressivamente al digiuno delle 16 ore, magari partendo da 10 e aumentano di un’ora a settimana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.