Dieta della compensazione: scopri come funziona e se è proprio quella che fa al caso tuo

Dieta della compensazione in sette semplici step: vediamo in cosa consiste, a cosa serve e come applicarla al meglio per ottenere risultati.

Nuova dieta
Dieta (Canva) Inran.it

La costanza degli sforzi è la chiave del successo a lungo termine, sia che stiate cercando di perdere qualche chilo, di risparmiare denaro per i profitti della vostra azienda o di costruire un’organizzazione più efficace ed efficiente.

Il successo non si ottiene con una cura rapida, ma con l’applicazione costante (ripetiamo, costante) delle fasi di riprogettazione costruttiva di cui abbiamo parlato. Dovete tenere sotto controllo sia il pedale dell’acceleratore (continuare a muovervi, continuare a muovervi) sia il volante (ridurre al minimo le distrazioni). Vediamo in cosa consiste la dieta della compensazione.

Dieta della compensazione in 7 passaggi

Dieta in 7 step
Verdure (Canva) Inran.it

La compensazione calorica si riferisce agli aggiustamenti nell’assunzione in risposta alle variazioni del contenuto calorico di un precarico e può fornire una misura delle differenze individuali nella sazietà (cioè gli effetti del cibo dopo la fine del pasto).

POTREBBE PIACERTI ANCHE → In molti dimenticano questo passaggio prima di lavare il bucato in lavatrice: occhio al dettaglio

Si valuta somministrando una quantità fissa di un alimento o di un nutriente (precarico) e, dopo un tempo predeterminato, misurandone gli effetti sull’assunzione successiva (pasto di prova). La compensazione calorica si differenzia quindi dall’EAH in quanto valuta la reattività dei bambini alle differenze di densità energetica (ED; kcal/g) di un precarico sulla base del feedback di segnali interni di fame e sazietà.

CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM E SEGUI I NOSTRI VIDEO E LE NOSTRE STORIE SU INSTAGRAM e TIKTOK

Gli studi condotti sui bambini hanno dimostrato che l’accuratezza della loro capacità di compensazione calorica tende a diminuire con l’età, è più debole nei bambini più pesanti ed è influenzata dalle pratiche alimentari dei genitori.

POTREBBE PIACERTI ANCHE → Candeggina: gli usi geniali che in pochissimi conoscono | Prova e non vorrai più farne a meno

Lo scopo di questo studio è stato quello di confrontare fratelli e sorelle discordanti per peso nella capacità di compensazione calorica e nell’EAH per chiarire le potenziali differenze nella capacità dei fratelli di regolare l’assunzione di energia a breve termine. Abbiamo ipotizzato che, all’interno delle famiglie e controllando le differenze di età, i fratelli in sovrappeso e obesi mostrassero una minore capacità di compensazione calorica e una maggiore EAH rispetto ai fratelli normopeso, indicando così una ridotta capacità complessiva di regolare l’assunzione di energia a breve termine.

Di seguito, le 7 fasi da seguire per una dieta della compensazione da consultare con i vostri nutrizionisti.

  • Fase 1: lo specchio
  • Fase 2: la strategia
  • Fase 3: Le linee guida
  • Fase 4: Controllo della posizione
  • Fase 5: Il budget
  • Fase 6: Raccolta dati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.