Bustine usate del tè: buttarle è un grande errore, ecco come usarle in modo furbissimo

Gettare le bustine del tè appena utilizzate può essere una mossa troppo affrettata. Ecco come riciclarle in maniera intelligente

utilizzare bustine usate del tè
bustine del tè usate (foto canva) _ Inran.it

Riciclare le bustine del tè usate non giova soltanto all’ambiente, riducendo l’inquinamento da prodotti di scarto, o alle nostre tasche, permettendoci di risparmiare ma, con un pizzico di creatività possiamo sfruttarle e riutilizzarle in molte vesti differenti.  Tanto per cominciare è assolutamente possibile utilizzare le bustine del tè due volte. Le foglie contenute nella bustina di tè, infatti, possiedono ancora un aroma sufficiente per un nuovo infuso.

C’è una sola regola da tenere in considerazione; per utilizzare due volte la stessa bustina, il fattore tempo è imprescindibile. La cosa migliore da fare è utilizzarla nel più breve tempo possibile. Questo perchè gli ambienti umidi sono l’habitat perfetto per la formazione della muffa. Sono sufficienti poche ore affinchè il processo di formazione delle muffe abbia inizio. Qualora invece desiderassimo un infuso decisamente più intenso,  possiamo riporre da parte due o più bustine usate e riutilizzarle subito per una o più tazze di tè dal sapore più marcato.

La parola d’ordine è inventiva

utilizzare bustine usate del tè
bustine del tè (foto canva) _ Inran.it

Possiamo quindi estendere l’utilizzo delle bustine del tè, appena bevuto, a molti altri ambiti. Il primo suggerimento è quello di riciclare una bustina per la cura contro l’acne; tra le molte proprietà infatti,  emerge la funzione di seboregolatore. La sua efficacia sarà ancor più marcata utilizzando il tè alla menta. Sarà sufficiente tamponare sul viso, e in particolare sulle aree del corpo interessate, una bustina lasciata a raffreddare per una buona mezz’ora.

Potrebbe interessarti anche : Il trucco per pulire il filtro della lavatrice senza perdite di acqua: finalmente la soluzione

Una bustina di tè nero sarà utilissima per combattere i capelli bianchi, sfruttando il suo lieve potere colorante. In questo senso basterà infatti semplicemente non risciacquare l’impacco. Un’altra soluzione possibile è quella di utilizzare il tè verde contro le occhiaie mettendo bustine nel freezer e poi lasciandole agire per un quarto d’ora; difatti oltre a ridurre visibilmente questi inestetismi, il tè verde potenzia  l’elasticità della pelle.

Potrebbe interessarti anche : Rosmarino: 5 usi in casa che non immagini nemmeno, tutti da provare subito

Infine un altro utilizzo creativo può essere quello di usufruire delle bustine usate contro le scottature dovute al sole. La camomilla si rivela molto efficace non solo per far diminuire il bruciore ma anche per combattere il rossore e l’inevitabile spellatura data da un’eccessiva esposizione al sole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.